Museomix, la maratona è iniziata: sui social gli sviluppi in tempo reale

0

museoferraraL’attesa è terminata: da ieri è in corso Museomix, la maratona creativa concepita per ripensare il modo di vivere il museo individuando risposte ai bisogni della comunità. L’evento vede coinvolti, fino a domenica 13 novembre, diciassette musei in tutto il mondo fra cui, per la prima volta, quattro in Italia: il Caos (Centro arti opificio Siri) di Terni, il Carlo Zauli di Faenza, il Tolomeo di Bologna e il civico del Risorgimento e della Resistenza di Ferrara.

Gli istituti italiani che partecipano al progetto, impegnati nello sviluppo di proposte innovative e nella creazione di prototipi da far testare al pubblico, hanno trascorso le ultime settimane organizzando gli spazi delle collezioni in vista dell’evento ─ installazione della rete wi-fi, allestimento delle aree dedicata al fablab e al bricolage ─ e preparandoscarlo-zaulii ad accogliere da tutta Italia e dall’estero i museomixer, professionisti a cui è affidato il compito di ideare soluzioni o strumenti utili a migliorare la fruizione del museo stesso. Il primo giorno di Museomix è stato interamente dedicato alla conoscenza delle collezioni, al brainstorming e alla progettazione di nuovi prototipi che solo oggi, durante la seconda giornata, inizieranno a prendere vita grazie ai maker (artigiani) e ai designer che dovranno concretizzare l’idea.

Lo svolgimento della maratona creativa non influisce sugli orari di apertura. È possibile visitare i musei e curiosare tra le équipe, ma c’è anche un modo alternativo di assistere: sul web e sui social i momenti salienti dell’evento possono essere seguiti attraverso gli hashtag #museomix #museomixIT16 #museomixBO #museomixFE #museomixMCZ e #museomixCAOS.

caosLa community di Museomix Italia, nata poco più di un anno fa grazie a BAM! Strategie Culturali con il supporto dell’Istituto per i beni artistici culturali e naturali dell’Emilia-Romagna e di Nemo, è impegnata a confrontarsi con le community di altri paesi e a gestire la comunicazione di questa prima edizione italiana. Attraverso i social network, dal gruppo Facebook agli account Twitter e Instagram, gli utenti sono costantemente aggiornati in tempo reale con nuovi contenuti, video e immagini che descrivono le attività in corso. I quattro musei partecipanti hanno i propri canali, ma Museomix Italia ne coordina e rilancia la comunicazione, facendo da amplificatore. BAM!, inoltre, invia ogni giorno dei “mixati speciali” nei musei per raccontare dal vivo quello che succede.

Per sapere come si è svolta la prima giornata di Museomix all’interno dei musei italiani o seguirne gli sviluppi tra oggi e domani è sufficiente tenere d’occhio i social di Caos (Facebook, Twitter, Instagram), civico del Risorgimento (Facebook, Twitter, Instagram), Carlo Zauli (Facebook, Twitter, Instagram) e Tolomeo (Facebook, Twitter, Instagram).tolomeo
Ieri sera, intorno alle 18, sul canale YouTube Mixroom Museomix  sono stati pubblicati i brevi video realizzati dai diciassette partecipanti per condividere con il pubblico momenti della giornata di lavoro.
È stato inoltre predisposto un tweetwall (visualizzabile qui) sul quale scorrono i tweet pubblicati in ogni parte del mondo con gli hashtag #museomix #museomix16 #museomixIT16 #museomixBO #museomixFE #museomixCAOS e #museomixMCZ.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Annalisa Sichi

Classe 1986, pistoiese e aspirante giornalista. Laureata in Comunicazione strategica alla Cesare Alfieri di Firenze. Ho lavorato per un anno nell'ufficio stampa del Comune di Pistoia, dove mi sono occupata anche della gestione dei social networ

Leave A Reply


*