Con “EmiliaRomagnaWiFi” Internet libero e banda ultra larga in tutta la regione

0

Accesso diretto senza credenziali, servizio gratuito 24 ore al giorno per tutta la settimana, velocità garantita dalla banda ultra larga. Ecco i tre dettagli più importanti di “EmiliaRomagnaWiFi”, la nuova rete pubblica della regione che sarà in grado di garantire un accesso libero a Internet attraverso 1103 nuovi “access point” – qui la mappa – che troveranno spazio anche in piazze, stazioni, ospedali e biblioteche.

“EmiliaRomagnaWiFi” è il risultato di un bando regionale appena chiuso, rivolto agli enti locali e finanziato con un milione e 400 mila euro dalla regione Emilia-Romagna e Lepida Spa, che permetterà la creazione di 218 installazioni a Bologna − la provincia con il maggior numero di nuovi punti d’accesso – a seguire Forlì-Cesena con 190, Modena con 184 e Reggio Emilia con 168. I punti wi-fi, semplici e senza restrizioni, saranno 92 nel ravennate, 86 a Rimini, 58 sia Ferrara sia a Parma e 49 nel piacentino.

Dei 1103 “access point” assegnati dalla regione ai territori, 653 sono “indoor” (59%) e 450 “outdoor” (41%). Ognuno di essi deve essere collegato direttamente ad un punto di accesso alla rete Lepida: nel caso non lo sia, l’ente interessato dovrà finanziare i costi per realizzare le connettività mancanti in fibra ottica o con link radio a 26GHz. Il progetto non si esaurisce qui: il bando prevede infatti nuovi punti di accesso entro il 2018.

«”EmiliaRomagnaWiFi” ci permette di fare un altro passo verso il raggiungimento dell’obiettivo fissato dall’Agenda digitale che prevede un punto wi-fi ogni 1000 abitanti: entro il 2019 ne vogliamo avere almeno 4000>>, ha dichiarato l’assessore regionale alla Programmazione territoriale e agenda digitale Raffaele Donini, <<abbiamo puntato a ridurre ulteriormente il ‘digital divide’ favorendo i territori della montagna e coprendo il più possibile spazi pubblici per aumentare la possibilità di accedere a Internet gratuitamente. Questo è solo l’inizio, non appena avremo realizzato almeno il 50% delle istallazioni, faremo partire un nuovo bando per ampliare ancora la rete».

Due sono gli elementi importanti del progetto, ha spiegato il direttore di Lepida Gianluca Mazzini, «il fatto che la regione decida che il wi-fi debba essere libero in tutto il territorio senza vincoli di autenticazione per semplificare al massimo la fruibilità della connettività di cittadini e turisti, e il fatto che gli enti locali abbiano deciso di finanziare le installazioni dei punti credendo nell’importanza della diffusione di un sistema di connessione a banda ultra larga in tutti i luoghi pubblici».

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Michele Ciervo

Comunicatore pubblico, nato nel 1967, ho due figlie adolescenti, sono di origini sannite ma romano a tutti gli effetti. Quando non ho impegni lavorativi e familiari metto ai piedi le mie scarpe da running e corro nei parchi o sulle strade della mia città: provo così a liberarmi da tutti i pensieri negativi, cerco soluzioni e preparo anche qualche maratona.

Leave A Reply


*