Crowdfunding in corso per finanziare il progetto “Ricostruzione trasparente”

0

Come saranno impiegati i fondi destinati alla ricostruzione delle aree del Centro Italia colpite dal terremoto? Chi saranno i fornitori o le imprese che interverranno? Quali iniziative o soggetti ne beneficeranno? Per rispondere a queste domande è nato il progetto Ricostruzione trasparente. L’iniziativa prevede la messa a punto di una piattaforma web che consenta a chiunque lo desideri di monitorare l’utilizzo delle risorse a disposizione: a questo scopo è ufficialmente iniziato il crowdfunding finalizzato alla realizzazione del portale.

Promosso da OnData, associazione impegnata a favore della trasparenza e della cultura dei dati, il progetto trae ispirazione da Confiscati Bene, piano per il monitoraggio di beni confiscati alle mafie, e Albo Pop, iniziativa attraverso cui una comunità di attivisti digitali cerca soluzioni tecnologiche per semplificare la fruibilità degli albi pretori comunali. Ricostruzione trasparente mira a fondere i metodi partecipativi, tecnologici e innovativi di Confiscati Bene e Albo Pop per dare vita a una piattaforma comunitaria dedicata a raccogliere, analizzare e rendere fruibili dati relativi alle operazioni in corso. La piattaforma estrarrà i dati dall’Albo pretorio delle pubbliche amministrazioni coinvolte nella ricostruzione, ricavando informazioni utili a identificare imprese, tecnici ed enti coinvolti in ogni pratica di risarcimento o appalto. Tali informazioni saranno incrociate con quelle fornite dal sito del Commissario per la Ricostruzione.

Per poter realizzare il progetto è necessario che le donazioni raggiungano la quota di 15mila euro. I fondi saranno utilizzati per progettare e implementare la piattaforma, estrarre i dati e costruire il motore di ricerca, realizzare un’interfaccia grafica che consenta una facile consultazione sia da computer che da dispositivo mobile, analizzare le informazioni, mantenere il server e gestire la piattaforma.

Il progetto ha già ottenuto l’appoggio di numerosi partner, tra cui figurano anche soggetti promotori della trasparenza in Italia. Si tratta di: Openpolis, osservatorio civico della politica italiana che si occupa di accesso ai dati pubblici; ActionAid, onlus che combatte povertà e ingiustizia sociale promuovendo la partecipazione dei cittadini nella risoluzione dei problemi che li riguardano; Cittadinanza attiva, organizzazione che promuove l’attivismo dei cittadini per la tutela dei diritti, la cura dei beni comuni, il sostegno alle persone in condizioni di debolezza; Banca Etica, orientata alla responsabilità sociale d’impresa; Terremotocentroitalia.info, progetto nato per condividere informazioni sugli eventi sismici che hanno coinvolto il Centro Italia nel 2016; InformaEtica, progetto per la promozione e la diffusione dell’informatica consapevole, etica e solidale; Pierluigi Feliciati, ricercatore e professore di progettazione digitale per i beni culturali e gli archivi presso l’Università di Macerata; Stati generali dell’innovazione, associazione nata per promuovere la creatività dei giovani, il riconoscimento del merito, l’abbattimento del digital divide e il rinnovamento dello Stato attraverso l’open government; Wikimedia Italia, un’associazione di promozione sociale che opera nell’ambito dell’open culture.

Per informazioni scrivere a info@ricostruzionetrasparente.it.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Annalisa Sichi

Classe 1986, pistoiese e aspirante giornalista. Laureata in Comunicazione strategica alla Cesare Alfieri di Firenze. Ho lavorato per un anno nell'ufficio stampa del Comune di Pistoia, dove mi sono occupata anche della gestione dei social networ

Leave A Reply


*