In Piemonte nasce FirstLife, il social network dedicato agli operatori turistici e culturali

0

Si chiama FirstLife il nuovo social network civico sviluppato dal Dipartimento di informatica dell’Università di Torino e messo a disposizione della Regione Piemonte con l’obiettivo di sostenere le reti locali della cultura e del turismo.

Sarà non soltanto una piattaforma per la mappatura degli operatori e dei luoghi, che restituirà un’immagine il più possibile completa e aggiornata dei due settori, ma anche uno spazio di lavoro comune pensato per promuovere iniziative e progetti sul territorio e attivare nuove reti locali.

Lo strumento si basa su una mappa interattiva all’interno della quale gli operatori possono raccontare le proprie attività, gli eventi, le collaborazioni in corso e molto altro per trovare possibili partner, favorire gruppi spontanei di coordinamento e costruire appuntamenti in comune. È rivolto ad associazioni culturali, musei, biblioteche, enti di promozione turistica e altri operatori del settore culturale e turistico.

La piattaforma è accessibile all’indirizzo culturaturismo.piemonte.firstlife.org e dal sito regionale facciamoculturismo.it. Attualmente conta oltre 1500 realtà locali tra associazioni culturali, musei, centri rete delle biblioteche, consorzi turistici, imprese culturali o creative e agenzie turistiche, con schede informative costruite sulla base del censimento degli operatori dalla Regione Piemonte. Il caricamento degli open data regionali di settore continuerà, ma in parallelo tutti gli operatori potranno registrarsi sulla piattaforma e inserire autonomamente, anche dal cellulare, aggiornamenti sulle attività in corso, eventi locali, gruppi di lavoro o di progetto attivi sul territorio, proposte di collaborazione.

Oltre alla mappa, la piattaforma include una bacheca e un sistema avanzato di ricerca per tag e filtri, che consente di esplorare i contenuti su base geografica e trovare rapidamente le organizzazioni che si occupano di un ambito specifico o che hanno partecipato a un progetto, oppure i luoghi e gli eventi programmati per il mese succesivo o accaduti nell’ultimo anno. Il calendario globale associato a ogni area, infatti, consente di coordinare in modo semplice le attività sul territorio, ma costituisce anche un archivio pubblico delle iniziative passate, in corso o pianificate.  Infine, gli operatori possono pubblicare news su bandi o ricerca di collaborazioni e risorse a livello locale ed entrare così in rete con gli altri.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*