La campagna del Mit per la sicurezza stradale viaggia anche sui social

0

Parte domani la  nuova campagna “Sulla buona strada”, per la prevenzione e la sicurezza stradale,  promossa dal MIT – Direzione Generale per la Sicurezza Stradale e la Presidenza del Consiglio dei Ministri. Una campagna che vedrà anche i social in primo piano per rendere il più virali possibili i video per prevenire gli incidenti mortali che in Italia, dopo un progressivo calo negli anni scorsi, ora sono a un punto critico e i miglioramenti, in Italia come in Europa, stanno rallentando. Per questa ragione alle attività specifiche del Ministero per la sicurezza delle strade si affiancano azioni mirate per creare una coscienza comune dei  pericoli e delle azioni necessarie per evitare rischi a sé e agli altri. Tra queste, “Sulla buona strada” 2016, che  si focalizza su cinque messaggi, e che viene  diffusa attraverso diversi strumenti, tra cui una pagina Facebook ad hoc e il lancio delle info attraverso l’ account Twitter del MIT.

Un’operazione di comunicazione da supportare perché “la sicurezza stradale costituisce ancora una importante criticità sociale ed economica per il nostro Paese, anche perché i dati dell’Istituto nazionale di statistica più recenti attestano purtroppo che i miglioramenti in termini di incidentalità stanno rallentando in tutta Europa rispetto agli anni precedenti, tanto che appare difficile l’obiettivo europeo di arrivare al 2020 dimezzando le vittime per incidente rispetto al 2010″, si legge nel primo post pubblicato su Facebook. La Campagna “Sulla buona strada” 2016 “si focalizza su 5 messaggi, diffusi con diversi strumenti, tra cui questa pagina, che vi chiediamo di sostenere e promuovere – scrive il Mit su Facebook -. Qui troveranno spazio anche le altre iniziative promosse in Italia con lo stesso obiettivo di prevenzione e informazione. Prima di arrivare al punto in cui ‘tornare indietro è impossibile’, come recita la Campagna. Grazie anticipatamente a tutti coloro che collaboreranno per ‘restare sulla buona strada’”.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*