Narrativa in 140 caratteri, ovvero la genesi della twitteratura

1

“Narrativa in 140 Caratteri”, ovvero la genesi della twitteratura, è il titolo del bellissimo e-book che trovate su Storiacontinua.com (@_Scrid), sito-laboratorio di scritture online. Questa pubblicazione è uno spin-off di “Oltre l’eBook”, una vera e propria guida alla letteratura digitale, che vuole offrire agli autori e agli aspiranti scrittori una panoramica delle possibilità offerte dal web, dai blog ai social network ai racconti interattivi.

Questi e altri volumi fanno parte del progetto Storia Continua di Sonia Lombardo, web content writer che nel 2010 ha dato vita a questo spazio digitale dove trovare le risorse più utili per orientarsi nel mondo della letteratura online e degli e-books.

Quando Twitter nel novembre2013 ha lanciato il Twitter Fiction Festival, una cinque giorni tutta dedicata alla narrativa in 140 caratteri, Sonia si è stupita della quantità di proposte e di storie proveniente da ogni angolo del mondo, che malgrado il limite così restrittivo delle parole sembrava invece innescarsi tanta creatività. E’ nata così l’idea per la scrittura “Narrativa in 140 Caratteri”, ovvero un saggio dedicato esclusivamente al nuovo genere letterario 2.0, la twitteratura.twitt1

E nel libro si ritrova la storia della nascita di questo fenomeno, raccontata in modo puntuale e approfondito. Ciò che si indaga, però, è se davvero ci troviamo davanti al media ideale per poter uscire dalla sfera della sperimentazione e dare il via ad un vero e proprio genere di narrativa.

Dalle analisi delle ricerche effettuate sulla twitteratura, fino alle caratteristiche necessarie alla prosa del nuovo millennio teorizzate da Italo Calvino nelle sue “Lezioni Americane”, esce un’immagine di Twitter quale contenitore davvero possibile e auspicabile per la nuova scrittura creativa. Niente di nuovo o di inventato: la tradizione della scrittura votata alla brevità ha radici antiche e solide. Ma l’aspetto innovativo introdotto da Twitter non si ferma alla sola metrica, e l’e-book analizza in dettaglio la struttura, i codici, fino a ipotizzare una nuova grammatica, la cosiddetta Algebra di Twitter.

Allora, può Twitter funzionare come nuova forma narrativa? “Narrativa in 140 caratteri” prende in rassegna i primi e i più importanti lavori di scrittori dai 140 caratteri, italiani e in lingua inglese, e la risposta che scaturisce è certamente positiva, avvicinando la twitteratura anche alla poesia.

Sonia afferma che: Bisogna saper sfruttare a pieno gli strumenti che la piattaforma mette a disposizione, soprattutto avere piena comprensione delle dinamiche che tali strumenti mettono in moto e come queste influiscono sulla stesura di un racconto. Non si tratta soltanto di spezzettare una storia in frasi da 140 caratteri, c’è molto di più dietro il successo di autori come Elliot HoltTeju Cole o Matt Stewart che, ad esempio, pubblicando su Twitter il romanzo “The French Revolution” è riuscito ad ottenere il suo primo contratto editoriale. “Narrativa in 140 caratteri” tenta di carpire il loro segreto, trarre dalla loro esperienza alcuni punti chiave, le 3 caratteristiche fondamentali della buona scrittura su Twitter; da tenere sempre ben a mente!”.

Qui un estratto dall’e-book, che è scaricabile al costo di € 2,99

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

FRANCESCA CECCONI

Co-fondatrice cittadiniditwitter.it Social media strategist - teams coordinator / Copywriting e content editor / Formazione - Digital coach / PR e management eventi

1 commento

  1. Pingback: Scrivere narrativa in 140 caratteri | Storia Continua

Leave A Reply


*