#SERMex2017: strategia vincente per la social esercitazione di protezione civile in Friuli

0

Per chi di voi mi conosce o ha letto i miei articoli, saprà quanto ritengo importanti le esercitazioni di protezione civile soprattutto se, oltre alle procedure sul campo, vengono testate le procedure inerenti la comunicazione e i social network. Come spesso ripeto, non dobbiamo improvvisare ma imparare a gestire le emergenze anche sui social network. In Italia sempre più di frequente vengono realizzate esercitazioni di protezione civile che vengono raccontate sui social o dove vengono testati questi canali di comunicazione. Un esempio di questo tipo è la Regione Friuli Venezia Giulia che dall’11 al 15 ha svolto SERMex 2017, esercitazione di emergenza sismica in scala reale a Portis Vecchio, frazione del comune di Venzone (UD).

Questa esercitazione fa parte di un programma più ampio di attività di sperimentazione, formazione e addestramento sviluppate nell’ambito della SERM Academy (International training school in Sismic Emergency Response Management) nata con l’obiettivo di contribuire allo sviluppo di un modello di sistema integrato per la gestione della risposta in emergenza sismica e il miglioramento dell’interoperabilità transfrontaliera tra i vari soggetti di protezione civile. Il progetto SERM Academy è il risultato della collaborazione sinergica tra Protezione Civile della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dell’Università degli Studi di Udine, del Corpo Nazionale dei Vigili del fuoco, del Comune di Venzone e Associazione Comuni Terremotati e Sindaci della Ricostruzione del Friuli. Chiaro l’obiettivo condiviso fra tutti i partecipanti: far capire il lavoro sinergico degli attori coinvolti nell’esercitazione durante la gestione dell’emergenza sismica, anche grazie agli strumenti tecnologici di supporto al crisis management.

Durante questa settimana di esercitazioni i social network hanno avuto un ruolo molto importante, sono stati infatti un elemento integrante delle attività svolte basate su una strategia comunicativa congiunta tra i vari enti e istituzioni coinvolte e i mezzi di comunicazione a disposizione. Un lavoro preparatorio che ha permesso di garantire l’omogeneità del linguaggio, definire gli hashtag e favorire la diffusione congiunta delle informazioni.

La simulazione ha coinvolto un vero e proprio ecosistema di account sui social network molto verosimile a quello che può succedere durante una emergenza. Gli aggiornamenti, sia durante l’esercitazione che nella fase preparatorio (#Staytuned) sono stati pubblicati sugli account della protezione civile Regionale, dell’Università di Udine, del laboratorio Sprint di Uniud, della Regione Autonoma FVG, dei Vigili del Fuoco del Veneto e del 112 sloveno (URSZR), con la condivisione degli hashtag ufficiali: #SERMex2017 #SERMAcademy (utilizzati anche dalla stampa locale coinvolta).

 

I social network, nello specifico Facebook e Twitter, sono stati utilizzati in maniera distinta sulla base anche delle diverse caratteristiche che questi strumenti hanno. Twitter è stato utilizzato per narrare gli avvenimenti sui diversi scenari dell’esercitazione in tempo reale, nonché per far conoscere i protagonisti a livello istituzionale. Facebook invece, è stato usato per veicolare e condividere le foto dei momenti più salienti in tempo reale (e non) ma anche per approfondire e spiegare le fasi e le finalità dell’esercitazione.

 

I volontari hanno avuto un ruolo molto importante, sia durante l’esercitazione, che realizzando foto e video delle simulazioni in corso diffuse in tempo reale sui vari social.

I temi affrontati in questa settimana sono stati riproposti al termine dell’esercitazione e saranno portati avanti con post di recall sia per rafforzare la formazione interna della comunità dei volontari di protezione civile che per informare la popolazione.

Molto positivi i risultati soprattutto per quanto riguarda i post con foto e video. Per esempio il video (qui sotto) che racconta le attività in corso nei vari scenari ha raggiunto quasi 4mila persone per oltre 1,2 mila visualizzazioni, 43 reazioni e 25 condivisioni. Risultati ottimi trattandosi di una esercitazione che rafforzando le basi della presenza della protezione civile in tempo di pace e la prontezza per l’emergenza.

 

Grazie a Barbara Zar e Maria Teresa Plet – Protezione Civile Friuli Venezia Giulia per i dati e le informazioni fornite sull’esercitazione.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

CHIARA BIANCHINI

Blogger e social media manager. Laureata magistrale in scienze della comunicazione con un forte interesse per la comunicazione del rischio e dell’emergenza sui social media. Partecipante attiva a #SmemchatIT (venite a scoprire su Twitter di cosa si tratta!).

Leave A Reply


*