Sanità e social tra buone pratiche e informazioni in rete

0

di Francesca Moro (@francesca_moroo)

L’Asl di Oristano è l’unica azienda sanitaria in Sardegna ad essere presente sulle piattaforme social. Comunicare la salute attraverso le nuove piattaforme rappresenta un’importante opportunità per le strutture sanitarie di instaurare forme di relazioni differenti con i cittadini. I social network vengono sempre più usati per informare i cittadini e dialogare con loro. L’ASL di Oristano è attiva su Facebook (ASL Oristano, la cui pagina è attiva dal 2013 ed è seguita da quasi 5.000 persone), Twitter (@ASLOristano) e Youtube (ASLOristano); in cui postano informazioni di servizio, campagne di comunicazione, eventi relativi tematiche sulla sanità, video e foto attinenti alle attività dell’azienda.

La trasmissione delle informazioni ai cittadini attraverso i social network è un modo semplice, di larga diffusione e gratuito che chiunque può effettuare per entrare in contatto con l’azienda sanitaria; semplicemente attraverso la chat della pagina Facebook è possibile contattare in maniera diretta l’azienda sanitaria.

L’ASL di Oristano dal dicembre del 2015 si è dotata anche dell’app “Oristano smart Asl” con l’obiettivo di fornire informazioni utili sulle farmacie di turno, i tempi d’attesa dei pronto soccorso, le sedi della guardia medica e turistica, e i percorsi per raggiungere le strutture. L’app è disponibile gratuitamente per Android e iOS; permettendo ai cittadini con un semplice click di ottenere le informazioni necessarie.

L’utilizzo di questi strumenti innovativi permette ai cittadini un accesso più semplice e veloce ai servizi offerti dalla sanità.

A proposito dell’utilizzo delle piattaforme social da parte delle aziende sanitarie, domani presso l’aula rossa del Dipartimento POLCOMING dell’Università di Sassari, si svolgerà un convegno relativo all’evoluzione della comunicazione della salute e sanitaria relativa all’utilizzo di Internet e delle piattaforme social, e di come cittadini si informano sui temi della salute attraverso questi strumenti.

Durante il seminario interverranno numerosi professionisti e ricercatori che si occupano di questi temi a livello nazionale, tra cui Prof.ssa Lella Mazzoli, Università di Urbino, Eugenio Santoro, Istituto Mario Negri, Gea Ducci, Università di Urbino, Francesco Birocchi (ordine giornalisti Sardegna.

Nel seminario saranno inoltre comunicati i risultati del progetto “Curarsi con Dr Google?” (Curarsi con Dr. Google_Uniss) del Dipartimento PolComIng dell’Università di Sassari, e saranno trattati e discussi i temi sulla disinformazione in sanità e il ruolo della comunicazione pubblica e del mondo del no profit nel trasmettere informazioni sulla salute.

15385326_934976893268998_1763140311583672767_o

 

 

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*