Boom sui social per la #NottedeiMusei E il Mibact supera i 70.000 followers su Twitter

1

Grande successo sui Social della #NottedeiMusei. Più di un milione di interazioni sui canali Social del MiBACT che supera i 70.000 followers su Twitter.
L’evento europeo nato in Francia dodici anni fa ha ormai una sua immagine forte e consolidata ed affascina il pubblico per l’apertura straordinaria dei musei in orario serale.  A partire dallo scorso 18 maggio il MiBACT ha promosso l’iniziativa in Italia sopratutto attraverso i suoi canali Social (Facebook e Twitter) e diffondendo informazioni e info grafiche con le immagini più rappresentative del patrimonio culturale italiano. Opere d’arte spesso sconosciute sono diventate icone di tweet e post che sono state ‘rivelate’ con un susseguirsi di tag dei musei nei quali sono custodite.
Il MiBACT ha diffuso oltre all’hashtag ufficiale #NDM16 (9 mln di impressions) anche #NottedeiMusei che ha registrato su tutti i principali Social più di 4 milioni di impressions.
L’attività Social ha avuto una forte ricaduta che ha visto la partecipazione alla visita nella serata del 21 maggio di 1300 persone a Reggio Calabria, 2000 a Pompei e 2000 a Caserta, 1800 a Brera. Un’iniziativa segnata da un’intensa partecipazione in tutti i principali luoghi della cultura italiani, dall’Accademia di Venezia, a Paestum ed Ercolano, da Capodimonte alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma, ai musei reali di Torino. Migliaia di cittadini hanno postato le immagini delle visite notturne felici di aver trascorso una Notte al Museo e confermando la strategia vincente di questa iniziativa che ormai coinvolge più di 18 Paesi europei.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Giuseppe Ariano

Giuseppe Ariano, 1980, laureato in archeologia. Dopo un Master in management dei beni culturali, dal 2006 si occupa di questo tema, collabora con il MiBACT curando anche la promozione sui Social media del patrimonio culturale. Insegna Project Management Culturale ai Master Arte del Sole 24 Ore. A Salerno, insieme a sei amici, ha dato vita a Fonderie Culturali (www.fonderieculturali.it), associazione no profit che presiede, e con la quale gestisce i servizi al pubblico e la valorizzazione del Museo Archeologico Provinciale di Salerno. Il suo motto «la cultura permette di superare tutti i limiti, la cultura è un bene comune primario come l’acqua – i teatri, le biblioteche, i musei e i cinema sono come tanti acquedotti» (Claudio Abbado)

1 commento

  1. Pingback: Notte Europea dei Musei 2016: io a Bologna a Palazzo Pepoli – ElefanteMente

Leave A Reply


*