Ludotecaregistro.it, educare all’uso buono di internet

0

Educare al tempo dei social. Importante. E fondamentale farlo fin da piccoli, imparando a utilizzare bene internet. Non solo per muoversi con efficacia sul web ma anche per fare del web un luogo in cui edificare il bene comune e non un’ulteriore via di perdizione, di cui è già sufficientemente fornito il mondo là fuori.

E così l’Istituto di Informatica e Telematica (IIT) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) ha pensato di istituire ludotecaregistro.it: partendo dall’anagrafe dei domini di Registro.it, ha elaborato questo progetto gratuito aperto a tutte le scuole che, partendo dallo slogan “Internet  è un gioco”, vuole insegnare ai bambini le “regole del gioco” attraverso una ludoteca virtuale.

Si va dagli strumenti tradizionali rivisitati in chiave ludica, quali cartelloni, attività di gruppo, cartoni animati e altri mezzi per introdurre alla navigazione sicura, fino alla ludoteca 2.0 in cui i bambini possono cimentarsi nell’utilizzo del tablet per ricerche online, elaborazione di materiali multimediali, approfondimenti e molto altro.

Le proposte sono rivolte a genitori, insegnanti e bambini. L’offerta didattica è organizzata in cicli formativi e moduli e le scuole possono aderire gratuitamente attraverso la compilazione di un semplice form.

Disponibili la pagina facebook Ludoteca del Registro.it, il profilo twitter @LudotecaIt, la presenza blog su tumblr e i video YouTube. Tanti mezzi per un solo obiettivo: educare al tempo dei social, educare ai social, educare con i social.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

RICCARDO CLEMENTI

Giornalista, addetto stampa, scrittore, opera nel settore della comunicazione aziendale. Ha pubblicato opere di argomento sportivo come l’ebook 30. Sul campo, nella vita e il cartaceo Generazione Juventus. Storia di un gruppo di ragazzi innamorati della Vecchia Signora (Urbone Publishing) e due volumi sul tema della spiritualità nel mondo giovanile: Quando una pedalata ti cambia la vita. Due pontassievesi in sella verso Santiago (Comunità dei Figli di Dio) e Noi, pellegrini del nuovo millennio. Due pontassievesi in sella verso Colonia (Editrice Cattolica Sion). Nel 2013 ha narrato la vita di La Pira nel libro La forza della speranza. Giorgio La Pira, storia e immagini di una vita, il più ampio repertorio di immagini fotografiche sul “Sindaco Santo” (Polistampa). Nell’ottobre 2013 ha pubblicato per Mauro Pagliai il libro Dio è giovane! Settanta volte sette buoni motivi per crederci, un saggio che propone 70 riflessioni sul tema del Dio giovinezza dell’umanità. Nell’aprile 2015 ha fornito contenuti e informazioni per il libro Un viaggio in Toscana. La via della geotermia: dalla Val di Cecina all’Amiata (Effigi Editore). Nel luglio 2015 ha pubblicato con Mauro Pagliai il libro Il Contadino 2.0. Tutte le T della Toscana: dalla Terra alla Tavola passando per il Tablet che, partendo dalla storia di un giovane allevatore della Valdisieve, racconta come l’incontro tra antichi mestieri, innovazione tecnologica e nuovi mezzi di comunicazione possa tracciare la strada per uno sviluppo sostenibile e per una nuova ecologia umana. Nel febbraio 2018 ha pubblicato con Urbone Pubishing il libro Un Pirata in Cielo. 14 volte Pantani, dalle vette delle Alpi alle stelle del firmamento, che a 14 anni dalla morte di Marco Pantani ripercorre la vita del Pirata lungo le vie delle sue vittorie.

Leave A Reply


*