Le università italiane sono sempre più social

0

Anche nell’ambito universitario la comunicazione social non è più un optional, ma un dovere istituzionale. Per monitorare il fenomeno e la sua evoluzione in Italia, alla fine del 2014, il Censis ha istituito il progetto di Competitive Media Intelligence, il primo osservatorio sulla comunicazione web delle università. I primi risultati della ricerca sono arrivati pochi giorni fa e fotografano la capacità di comunicare con i nativi digitali, dando particolare rilevanza al fattore social di un campione rappresentativo di 30 atenei, nel mese di dicembre.

Un primo dato che emerge è che la comunicazione social delle università se la spartiscono i colossi. L’uccellino azzurro infatti si posiziona al primo posto per contenuti generati dagli atenei con il 57,1%, lasciando a Facebook il restante 42,9%.

Per quanto riguarda l’utenza che interagisce si tratta per il 63,4% di donne, che sono anche molto più propense a condividere contenuti con un engagement pari all’86,5%. Dall’infografica pubblicata dal Censis emerge però che il feedback da parte degli utenti non è ancora un punto di valore ed il flusso di comunicazione è più in uscita che in entrata. Lo dimostra il fatto che dei 2.420 contenuti totali del mese di dicembre, 1.974 sono generati dagli account universitari.

Ma di cosa si parla sui social universitari?

La debole interazione degli utenti fa sì che gli argomenti con più appeal siano gli eventi e gli incontri organizzati dalle università (40%), seguiti dalla didattica (24,7%) e dagli argomenti di carattere istituzionale (18%). Si cala invece significativamente per quanto riguarda argomenti da sempre poco frequentati dall’università italiana, quali ricerca (6,4%), placement (5,4%), info amministrative (3,3%) e borse di studio (2,2%).

Gli utenti alzano comunque il pollice. La sentiment analysis dei commenti postati dagli utenti sulle pagine Facebook di ateneo evidenzia prevalentemente umori positivi (71%) rispetto a quelli negativi (29%). Segno questo di come l’apertura di un canale di comunicazione social viene salutato sempre con ottimismo dalle persone, che godono di un canale di comunicazione diretto con le istituzioni e possono ricevere informazioni e risolvere problemi in breve tempo.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

ELEONORA MARINI

Italo-francese. Laureata in comunicazione. Le mani sulla tastiera e l'orecchio teso alle novità dal mondo del web, che poi non è separato da quello reale.

Leave A Reply


*