Cittadiniditwitter.it, crescono network, contenuti e social

0

Qualche mese fa, all’inizio del nostro viaggio, avevamo la valigia piena di entusiasmo e idee, ci eravamo ovviamente dati degli obiettivi, ma devo dire che siamo andati oltre le aspettative e le più rosee previsioni. L’avventura di cittadiniditwitter.it, prima in Italia nel suo genere e fortemente legata alla nuova comunicazione pubblica, procede e bene, i lettori, follower, seguaci crescono quotidianamente, il network si allarga in tutta Italia e non solo, contenuti e rubriche aumentano, interesse, nuovi spunti e idee arrivano costantemente da tutti i territori e settori. Per condividere e dare ancora più spazio ai nostri contenuti abbiamo allargato anche la nostra offerta social: ci trovate come sempre su Twitter (@CittadinidiTwtt), ma ora anche su Google+ (Cittadini di Twitter) e Instagram (cittadiniditwitter). Il nostro giornale si può ora sfogliare anche su Flipboard. Da poche settimane siamo anche in radio, ogni mercoledì 9.30-10 su Lady Radio (ci potete sentire qui) raccontiamo e diamo voce all’Italia della nuova comunicazione, ai tanti settori che stanno crescendo e migliorando grazie all’apporto dei social network, app, open data. E proprio per dare visibilità al bel lavoro che ogni giorno popola le nostre timeline social e ci racconta città e realtà del nostro Paese, abbiamo lanciato la campagna #selfiemediamanager, un modo divertente per conoscere volti e storie della nuova comunicazione pubblica italiana (qui la galleria su Instagram). A proposito, per chi non l’avesse ancora fatto, inviateci il vostro selfie dall’istituzione o azienda per cui siete social media manager, partecipare e’ facilissimo e qui trovate tutte le indicazioniMa non finisce qui, dopo i convegni di Firenze e Roma degli anni scorsi, dedicati in particolare al rapporto tra social, Comuni e amministrazioni pubbliche, quest’anno ci occupiamo di trasporto pubblico e social. Lo faremo a Brescia il prossimo 7 novembre, in collaborazione con Brescia Mobilità e Comune di Brescia, con “Social Bus. Come cambia il trasporto pubblico locale con i social media e la nuova comunicazione” e con la partecipazione di aziende ed esperti da tutta Italia e anche dall’estero (qui tutte le indicazioni). Si tratta del primo convegno italiano sul tema per un settore, quello del trasporto pubblico, che ha grandi affinità con i social e attraverso queste piattaforme può offrire un servizio molto utile ai cittadini. A Brescia scopriremo che esistono già realtà italiane che fanno un ottimo lavoro, vi aspettiamo ovviamente in tanti! Un grazie ai lettori, a chi ci segue con entusiasmo sui social e a tutti i collaboratori, giornalisti e comunicatori che animano e danno qualità al nostro network. Proseguiamo sempre più convinti su questa strada.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

FRANCESCO DI COSTANZO

Presidente PA Social - Associazione Nazionale per la nuova comunicazione. Fondatore e direttore di cittadiniditwitter.it. Esperto di comunicazione, social network e autore dei libri "PA Social. Viaggio nell'Italia della nuova comunicazione tra lavoro, servizi e innovazione" (2017. Franco Angeli Editore), “Cittadini di Twitter. La nuova comunicazione nei servizi pubblici locali” (2012, Indiscreto Stefano Olivari Editore), “Comune di Twitter” (Anci Toscana – Polistampa Editore, 2013) e “WhatsApp in città? La nuova frontiera della comunicazione pubblica” (Di Costanzo - Marrucci, 2015, Indiscreto Stefano Olivari Editore). Organizzatore di numerosi convegni, corsi, lezioni e presentazioni sulla nuova comunicazione via web e social network. Fondatore con numerose aziende di trasporto pubblico italiane del network #socialbus, prima rete europea per lo sviluppo della comunicazione social nel settore dei trasporti. Promotore di numerose iniziative e campagne, come #socialcity e #socialutility, per lo sviluppo e la promozione dell’utilizzo di web e social network per l’informazione pubblica e di servizio ai cittadini.

Leave A Reply


*