2 anni! Buon compleanno cittadiniditwitter.it. Social e chat presente e futuro della comunicazione pubblica

0

Due anni. Festeggiamo oggi il secondo compleanno di cittadiniditwitter.it. Una grande soddisfazione che voglio condividere con tutta la redazione, che fa davvero un lavoro quotidiano straordinario, e con i lettori: sempre di più, sempre più curiosi e interessati, sempre più propositivi. A proposito di redazione prendetevi un attimo per conoscere al meglio il nostro network, rappresenta un piccolo spaccato dell’Italia che raccontiamo ogni giorno: social media manager, giornalisti, esperti di comunicazione, comunicatori pubblici impegnati quotidianamente per rendere il settore pubblico e i tanti ambiti della vita nelle nostre città più semplici e più a portata di cittadino attraverso i mezzi che la nuova comunicazione ci mette a disposizione. Siamo partiti così due anni fa, soprattutto con tanto entusiasmo, siamo cresciuti vivendo il passaggio fondamentale della comunicazione via social non più considerata solo gioco o passatempo ma straordinario strumento di servizio pubblico e ora tagliamo il traguardo dei due anni di vita fotografando una situazione profondamente diversa da quando abbiamo iniziato: sono cresciuti numeri e consapevolezza per enti e aziende pubbliche che utilizzano social e chat per informare i cittadini e rendere più smart le nostre città.

logohdIn questo anno sono successe molte cose, navigando nel giornale le troverete tutte e potete approfondire, ne sottolineo però alcune particolarmente significative. Per la prima volta in Italia, lo scorso novembre a Palazzo Chigi, si sono tenuti gli Stati Generali della nuova comunicazione pubblica (caratterizzati anche dall’hashtag #pasocial) con particolare attenzione alla figura professionale del social media manager: un evento non banale considerato che ancora oggi molti di coloro che svolgono questa professione lo fanno senza un ruolo specifico, un’istituzionalizzazione, un’importanza giusta all’interno di uffici stampa e comunicazione, spesso sommando la gestione di social e chat a tante altre mansioni. Diciamolo, anzi ripetiamolo ancora: il social media manager è un vero e proprio lavoro, una figura professionale da riconoscere, un mestiere con le stesse responsabilità di altri profili della comunicazione pubblica. Proprio per questo credo che il segnale dato a Roma a novembre sia stato molto importante e anche che c’è molta strada da fare e non possiamo fermarci ora. In questo senso è da considerare molto positiva l’immediata adesione al percorso #pasocial, che coinvolge molti comunicatori del Governo e di enti pubblici, di molte città e regioni del nostro Paese con l’obiettivo di sviluppare la nuova comunicazione pubblica e spronare enti e aziende sui territori a dare risposte e servizi ai cittadini attraverso Facebook, Twitter, Instagram, WhatsApp, Telegram (solo per citare i più utilizzati). Un esempio di successo è stato l’incontro di Pescara del mese scorso. Così come sono molto positivi i percorsi intrapresi anche a livello di aziende pubbliche, da #socialutility a #socialbus: è una buona notizia che finalmente le aziende del trasporto pubblico, attraverso Asstra, si siano riunite in un gruppo di lavoro per lo sviluppo della comunicazione social e che anche in altri settori come l’energia, l’acqua, l’edilizia residenziale, l’igiene ambientale stiano crescendo le esperienze e soprattutto la voglia di aprirsi ai cittadini attraverso i nuovi mezzi di comunicazione.

Non è un caso, è il frutto del lavoro fatto in questi due anni, al quale siamo fieri di aver partecipato, basato sul cambio di mentalità, sulla condivisone di esperienze e buone pratiche, sullo scambio di informazioni e sul racconto costante di chi svolge un buon lavoro di servizio social e chat verso i cittadini. Se avete voglia di approfondire qui trovate programma e materiali degli eventi e qui una parte del racconto delle positive esperienze che oggi l’Italia può offrire in campo social e di chat con enti e aziende pubbliche (#pasocial#socialutility#socialbus). In questo anno per la comunicazione pubblica, oltre alle conferme di Facebook e Twitter, alla costante crescita di Instagram e al proliferare del servizio WhatsApp soprattutto tra i Comuni, si stanno facendo largo nuove frontiere: Telegram e Snapchat. La chat russa sta già prendendo piede, soprattutto grazie ai canali pubblici (a proposito se ancora non ci siete, unitevi al nostro canale per avere direttamente in chat tutte le notizie), l’app che spopola tra i teenager Usa vanta qualche esperienza pubblica ma ancora non è chiaro quanto potrà sfondare con le sue condivisioni velocissime “a scomparsa”. La nuova comunicazione riserva sempre nuove frontiere e opportunità, oggi possiamo dire che enti e aziende pubbliche sono pronte per sperimentare e cogliere le occasioni, dal canto nostro continueremo con sempre più convinzione a raccontare l’Italia della nuova comunicazione e a spronarla a fare sempre di più e meglio. Grazie ancora per questi due anni insieme, buon compleanno cittadiniditwitter.it!

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

FRANCESCO DI COSTANZO

Presidente PA Social - Associazione Nazionale per la nuova comunicazione. Fondatore e direttore di cittadiniditwitter.it. Esperto di comunicazione, social network e autore dei libri "PA Social. Viaggio nell'Italia della nuova comunicazione tra lavoro, servizi e innovazione" (2017. Franco Angeli Editore), “Cittadini di Twitter. La nuova comunicazione nei servizi pubblici locali” (2012, Indiscreto Stefano Olivari Editore), “Comune di Twitter” (Anci Toscana – Polistampa Editore, 2013) e “WhatsApp in città? La nuova frontiera della comunicazione pubblica” (Di Costanzo - Marrucci, 2015, Indiscreto Stefano Olivari Editore). Organizzatore di numerosi convegni, corsi, lezioni e presentazioni sulla nuova comunicazione via web e social network. Fondatore con numerose aziende di trasporto pubblico italiane del network #socialbus, prima rete europea per lo sviluppo della comunicazione social nel settore dei trasporti. Promotore di numerose iniziative e campagne, come #socialcity e #socialutility, per lo sviluppo e la promozione dell’utilizzo di web e social network per l’informazione pubblica e di servizio ai cittadini.

Leave A Reply


*