A Carnevale ogni social vale! Così a Viareggio dura tutto l’anno

0

Il Carnevale di Viareggio è famoso per i suoi magnifici e impressionanti carri che nel mese di febbraio e marzo sfilano lungo la passeggiata viareggina davanti a migliaia di spettatori, attratti da quelle mastodontiche creazioni di cartapesta che si muovono al ritmo della musica e dei tanti volontari che vi ballano sopra.
In realtà, dietro al mese di eventi nel periodo di Carnevale, c’è un lavoro lungo e faticoso che coinvolge centinaia di persone e che impegna tutto l’anno menti, teste e mani nel contesto della Fondazione Carnevale di Viareggio, l’ente che dal 1987 organizza la manifestazione la cui storia affonda le radici in un passato che da 141 anni fa del carnevale del capoluogo della Versilia la più spettacolare festa italiana, visitata e conosciuta in tutto il mondo.
Visitando la “Cittadella del Carnevale” (http://viareggio.ilcarnevale.com/luoghi/la-cittadella) ci si rende subito conto di ciò che è e rappresenta il Carnevale di Viareggio che può diventare anche un’esperienza da fare con gruppi e scuole attraverso i percorsi di visita e i laboratori.
Ma il Carnevale è esperibile anche attraverso i social network: il sito web viareggio.ilcarnevale.com è aggiornato e ben strutturato, lancia già l’edizione 2015 e propone contenuti molto interessanti sulla storia del Carnevale e sulle attività proposte durante l’intero anno, tutti temi rilanciati sulla pagina Facebook “Carnevale di Viareggio”, dove i “mi piace” sfiorano i 40.000, e sul profilo Twitter @carnevalevg che twitta con una certa frequenza e che nei giorni dei corsi mascherati diventa un punto di riferimento per migliaia di persone che trovano informazioni, condividono impressioni e visualizzano le spettacolari foto dei carri. Ogni anno un hashtag specifico consente di dialogare sui temi forti del Carnevale.
Insomma, a Viareggio il carnevale non finisce mai: l’appuntamento con le sfilate è fissato per martedì 17 febbraio e per le domeniche 1, 8, 15, 22 febbraio 2015 ma, se avete voglia del clima festoso e scherzoso del carnevale, non disperate: sul profilo Twitter e sulla pagina Facebook del Carnevale di Viareggio c’è sempre una un’iniziativa, una storia, una maschera da indossare.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

RICCARDO CLEMENTI

Giornalista, addetto stampa, scrittore, opera nel settore della comunicazione aziendale. Ha pubblicato opere di argomento sportivo come l’ebook 30. Sul campo, nella vita e il cartaceo Generazione Juventus. Storia di un gruppo di ragazzi innamorati della Vecchia Signora (Urbone Publishing) e due volumi sul tema della spiritualità nel mondo giovanile: Quando una pedalata ti cambia la vita. Due pontassievesi in sella verso Santiago (Comunità dei Figli di Dio) e Noi, pellegrini del nuovo millennio. Due pontassievesi in sella verso Colonia (Editrice Cattolica Sion). Nel 2013 ha narrato la vita di La Pira nel libro La forza della speranza. Giorgio La Pira, storia e immagini di una vita, il più ampio repertorio di immagini fotografiche sul “Sindaco Santo” (Polistampa). Nell’ottobre 2013 ha pubblicato per Mauro Pagliai il libro Dio è giovane! Settanta volte sette buoni motivi per crederci, un saggio che propone 70 riflessioni sul tema del Dio giovinezza dell’umanità. Nell’aprile 2015 ha fornito contenuti e informazioni per il libro Un viaggio in Toscana. La via della geotermia: dalla Val di Cecina all’Amiata (Effigi Editore). Nel luglio 2015 ha pubblicato con Mauro Pagliai il libro Il Contadino 2.0. Tutte le T della Toscana: dalla Terra alla Tavola passando per il Tablet che, partendo dalla storia di un giovane allevatore della Valdisieve, racconta come l’incontro tra antichi mestieri, innovazione tecnologica e nuovi mezzi di comunicazione possa tracciare la strada per uno sviluppo sostenibile e per una nuova ecologia umana. Nel febbraio 2018 ha pubblicato con Urbone Pubishing il libro Un Pirata in Cielo. 14 volte Pantani, dalle vette delle Alpi alle stelle del firmamento, che a 14 anni dalla morte di Marco Pantani ripercorre la vita del Pirata lungo le vie delle sue vittorie.

Leave A Reply


*