A Roma la metro si paga in Pet: +Ricicli +Viaggi con le app MyCicero e Tabnet

0

Non è la prima volta che i servizi digitali si combinano alle buone pratiche di riciclo, ma il risultato è sempre più nel segno dello sviluppo, in questo caso eco-sostenibile.

Parliamo della campagna sperimentale “+Ricicli +Viaggi” lanciata a fine luglio scorso da Atac, l’azienda del trasporto pubblico romano, per promuovere raccolta e riciclo delle bottiglie in PET (polietilentereftalato), materiale plastico prodotto con petrolio o metano, in cambio di bonus-sconto sul biglietto di viaggio.

Prima iniziativa nel suo genere in Italia, la sperimentazione coinvolgerà per un anno 3 stazioni: le fermate Cipro della metro A, San Paolo della metro B e San Giovanni metro C. Basta avere uno smartphone e scaricare le app MyCicero o Tabnet, partner di Atac nel progetto, e si può iniziare a risparmiare riciclando.

Per ogni bottiglia, fino a 2 litri di formato, conferita nelle macchine messe a disposizione dal Coripet (Consorzio per il riciclo del PET) l’utente riceverà tramite l’app, selezionando la voce “+Ricicli +Viaggi” e passando al lettore ottico del macchinario il proprio codice a barre identificativo, un bonus di 5 centesimi.

I bonus, validi fino al 22 luglio 2020, sono cumulabili senza limiti, ma si possono anche scontare subito, a partire da 5 minuti dopo il conferimento della o delle bottiglie, per acquistare i titoli di viaggio tramite una delle due app attraverso il servizio B+ (BIT da 100 minuti, biglietti da 24, 48 e 72 ore, abbonamento mensile).

Un modo, questo, per promuovere anche il canale mobile di acquisto dei biglietti premiando i comportamenti più virtuosi, che a un mese dal lancio del progetto avevano fatto totalizzare, twittava il 23 agosto la sindaca di Roma Virginia Raggi, già oltre 100.000 bottiglie riciclate.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

MARIA GRAZIA LORETO

Punto ad essere una persona consapevole e partecipe, vivere e contribuire in una comunità che si evolve, e credo che l'informazione sia una leva essenziale di questo sviluppo. In quest'ottica mi sono avvicinata alla comunicazione pubblica, di cui mi occupo come redattrice web. Sono nata e vivo a Roma, cerco di lavorare “al servizio del servizio pubblico”, senza perdere di vista quello che succede intorno.

Leave A Reply


*