Bergamo, bilancio più che positivo per la seconda edizione di Download Innovation It

0

Si è conclusa domenica scorsa, con la presenza di circa 5.000 visitatori, la seconda edizione di Download Innovation It Conference & Festival, organizzato da Sorint.lab in collaborazione con il Comune di Bergamo nella suggestiva cornice del Lazzaretto di Bergamo.

Tre giorni dedicati al futuro dell’innovazione digitale, gratuiti e aperti al pubblico, con più di 42 workshop di alto profilo sulle ultime tendenze tecnologiche del mondo digitale; oltre 50 speaker tra cui numerosi influenti leader del settore (RedHat, Oracle, Amazon Web Services, IBM), che hanno proposto lezioni di approfondimento sulle ultime tendenze e tecnologie del mondo digitale: Agile, AI Machine Learning, BigData, Blockchain, CI/CD, Cloud, Data Science, DevOps, IoT, Languages, Methodologies, Microservices, Open Source, Security, Site Reliability Engineering.

Non sono mancate le attività dedicate ai più curiosi, agli appassionati e alle famiglie: oltre 20 i laboratori tra attività di coding, stampa 3D, “make lab”, giochi virtuali, scacchi e lingua inglese; molta curiosità anche per l’area dedicata al retro gaming con i primi pc anni ‘90 e un Cabinato Arcade per rivivere l’atmosfera della sala giochi e sfidarsi sui giochi più avvincenti degli anni 80 e 90.

Grande affluenza anche ai tornei di eSport, gli sport elettronici competitivi, e nell’area droni dove si sono tenute sessioni tecniche con esponenti del settore e prove tecniche di pilotaggio.

Il nostro grazie – commenta Luca Pedrazzini, direttore generale di Sorint.lab – va a tutti i colleghi di Sorint.lab che hanno realizzato con impegno, professionalità e passione questa grande manifestazione alla sua seconda edizione. Non possiamo che essere soddisfatti della grande presenza di pubblico coinvolto; professionisti IT, appassionati, studenti ma anche famiglie e bambini che per due giorni hanno partecipato con entusiasmo alle numerose iniziative del Festival. Infine un grazie particolare va a tutte le realtà (istituzioni, startup, professionisti etc ) che ci avevano aiutato nel 2018 e sono tornate in quest’edizione, tutte portando qualcosa in più, qualcosa di ancora più bello da condividere in Download Innovation. Adesso dobbiamo lavorare all’edizione dell’anno prossimo perché è una tappa importante per l’innovazione; il famoso anno venti venti: 2020.

Nella giornata conclusiva del Festival si è tenuta anche la proclamazione dei vincitori del Premio GFMarilli: il concorso rivolto alle scuole del territorio sui temi dell’Information Technology, promosso da Sorint.lab e dedicato alla memoria di Gianfranco Marilli, imprenditore di successo e fondatore dell’azienda.

Il premio, dedicato ai giovani innovatori, ha coinvolto 40 studenti di 5 Istituti Tecnici di Bergamo e provincia, che hanno partecipato con 21 progetti IT sviluppati nel corso dell’anno scolastico 2018 -2019. Per l’intera giornata, presso l’Auditorium della manifestazione, tutti i progetti sono stati esposti e valutati nell’ambito di una competizione che ha decretato le due migliori idee IT.

Due giurie tecniche (una per categoria), composte da esperti IT della società Sorint.lab e da un membro della famiglia Marilli, sono state chiamate ad esprimere una votazione su quattro aspetti per ogni produzione: grado di originalità; visione e livello d’innovazione; livello delle competenze tecnologiche espresse; presentazione del progetto.

I giurati si sono così espressi:
Miglior progetto classi 5° – “Leonardo VL” di Aaron Tognoli dell’I.T.I.S. Pietro Paleocapa di Bergamo. Leonardo VL, creata in occasione del 500esimo anno dalla morte di Leonardo da Vinci, è un’app totalmente gratuita che utilizza i dati di Open Street Map (alternativa Open Source di Google Maps), per creare un tour in realtà virtuale della città di Firenze.
Miglior progetto classi 3° e 4° – “Doggo” di Emanuele Locatelli dell’Istituto Superiore Ettore Majorana di Seriate. Doggo è un robot per trasporti logistici dedicati alle grandi aziende: addette alle zone di stoccaggio, le squadre di robot aiutano il dipendente nella logistica della catena di produzione semplificando e alleggerendo il lavoro.

Momento clou della giornata la conclusione della 24 ore no stop di un Hackathon che ha visto la partecipazione di 5 team per un totale di 19 hacker (sviluppatori, creativi, data scientist) quasi tutti under 25 (due i team con studenti delle superiori). Il tema della challenge: sviluppare una applicazione che aggreghi in modo intelligente tutte le informazioni legate al territorio.

In un contesto cittadino esiste un insieme di informazioni grande e variegato legato geograficamente al territorio: eventi culturali, politici, iniziative ad opera di associazioni, disponibilità di luoghi pubblici o manutenzioni, e molto altro ancora. I partecipanti hanno proposto diverse soluzioni che permettano di raccoglierle insieme: un’agenda urbana di facile consultazione per i cittadini e l’amministrazione comunale.

I giurati si sono così espressi.
Miglior idea: team // TODO con il progetto “ScopriBg”. ScopriBG è un’app per Android, innovativa e originale, che tramite la gamefication si propone di avvicinare i giovani alla cultura. Su una mappa sono segnati i punti di interesse storico della città mentre i luoghi sono oscurati da una coltre di nebbia: per liberarli bisogna rispondere correttamente alle domande della volpe, guida del gioco. Una sorta di Pokemon Go culturale, che valorizza il territorio, dotato di realtà aumentata e multidevice.
Miglior implementazione: team Klar con il progetto “BGtogether”. BGtogether è un’app che consente agli utenti di segnalare eventi, manifestazioni, luoghi e informazioni geolocalizzate: grazie ad un sistema di comunicazione orizzontale gli utenti possono interagire tra di loro pubblicando commenti o segnalazioni.

Avvincente anche la sfida della prima Game Jam dei Mille: una maratona di 30 ore per creare un videogioco innovativo e originale con tema “rimpicciolire funghi”, generato casualmente da un computer che tramite un algoritmo ha abbinato, combinandole, due liste di parole.

Il videogioco Mushroom del team Groundhog si aggiudica i premi: miglior grafiche 3D; miglior grafiche 2D; migliore colonna sonora; miglior realizzazione tecnica; miglior gioco più completo. Il videogioco Last Snail Destination del team Trip Studio si aggiudica i premi: migliore game design; miglior sceneggiatura; miglior gioco più innovativo; miglior gioco più trash.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*