Blockchain, nasce l’osservatorio italiano promosso da Cnel e Università Roma Tre

0

Con l’obiettivo di studiare le possibili applicazioni della blockchain al mondo del lavoro, dalla collaborazione tra Cnel, il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro, e l’Università degli studi Roma Tre, è nato l’Osservatorio italiano sulle politiche in materia di blockchain. Punto di partenza del progetto è la consapevolezza del fatto che i cambiamenti in atto nelle politiche attive e nei servizi al lavoro ne hanno ridisegnato architettura e filosofia, con un focus ancora più marcato sui dati e sulla loro aggregazione.

Nel Fascicolo elettronico del lavoratore confluiscono dati che riguardano enti e soggetti diversi (Anpal, Ministero del lavoro, centri per l’impiego, enti formativi, scuole, università, Miur, Inps, Inail…). Vista la necessità di garantire l’integrità delle informazioni che confluiscono nel Fascicolo, la blockchain diventa un importante strumento per costruirlo e alimentarlo, un mezzo in grado di tracciare e registrare nel tempo in modo rapido e sicuro la storia del singolo nel mercato del lavoro.

La blockchain consente di coordinare i sistemi informativi di tutti gli attori della rete nazionale delle politiche del lavoro senza dover creare nuove banche dati, trasferirle o duplicarle e preservando l’autonomia gestionale delle fonti. I vari soggetti abilitati a partecipare, in pratica, concorrono alla costruzione dei singoli blocchi della catena.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*