Con “Digi e Lode” Hera contribuisce alla digitalizzazione delle scuole del territorio

0

Il nuovo anno scolastico è appena cominciato ma è già tempo di premi. Sono 20, infatti, le scuole del territorio servito dal Gruppo Hera in Emilia Romagna che si sono aggiudicate i 50mila euro messi in palio nell’ambito del progetto Digi e Lode e che stanno incontrando in queste settimane i rappresentanti della multiutility per la loro consegna.

I 2.500 euro assegnati a ogni istituto si sommano ai 50mila euro già attribuiti da Hera, la scorsa primavera, alle 20 scuole rientranti nella classifica del primo quadrimestre.

Complessivamente, a partire dalla prima edizione del progetto nell’anno scolastico 2017/2018, il Gruppo Hera ha donato alle scuole del territorio servito 200mila euro destinati a progetti di digitalizzazione scolastica. Fino a ora, i premi sono stati utilizzati dagli istituti che hanno vinto principalmente per l’acquisto di monitor touch, lavagne interattive multimediali, videoproiettori, notebook e tablet, microscopi elettronici, percorsi formativi sulla progettazione tridimensionale, pc, webcam, stampanti 3D e laser.

L’iniziativa ha l’obiettivo di contribuire alla digitalizzazione delle scuole. Attivando servizi digitali messi a disposizione gratuitamente dall’azienda (come la bolletta elettronica, l’iscrizione ai servizi online o le app My Hera, il Rifiutologo e l’Acquologo), i clienti di Hera concorrono a costruire una classifica per fare vincere alle scuole del territorio servito le somme messe in palio dalla multiutility e destinate a finanziare progetti di digitalizzazione scolastica. I progetti vengono poi scelti in autonomia dagli istituti con l’obiettivo di dotarsi di strumenti innovativi sempre più necessari per sviluppare competenze in grado di affrontare i veloci cambiamenti che caratterizzano il mondo di oggi.

Il meccanismo di Digi e Lode è semplice. Ogni volta che un cliente attiva uno o più servizi digitali messi a disposizione gratuitamente da Hera (bolletta online, domiciliazione bancaria, iscrizione ai servizi online, app interattive per gestione utenze, raccolta differenziata e servizio idrico, senza dimenticare l’autolettura digitale, ecc.), concorre a incrementare un punteggio che viene ripartito tra le scuole del suo Comune. Per il cliente, inoltre, è possibile scegliere la scuola cui attribuire il punteggio acquisito indicandolo direttamente sul sito web dedicato all’iniziativa http://digielode.gruppohera.it/: in questo modo i punti acquistano un valore maggiore, venendo moltiplicati per 5 volte.

Nello scorso anno scolastico, Digi e Lode ha totalizzato circa 300mila comportamenti digitali attivati dai clienti Hera che, sommati agli oltre 200.000 della prima edizione, arrivano a superare i 500.000. Tra questi, nella passata edizione, sono state oltre 86mila le richieste per l’invio elettronico della bolletta, che apporta anche un significativo beneficio per l’ambiente, segnando un +65% rispetto a settembre 2018, e più di 56.000 le iscrizioni ai servizi online, +61%. Inoltre, sempre nello stesso anno scolastico, l’app del Rifiutologo è stata scaricata quasi 60.200 volte e circa 71mila l’app MyHera che aiuta il cliente a gestire servizi, forniture e altri aspetti della sua relazione con Hera.

Il progetto continua a raccogliere un ottimo riscontro, siamo soddisfatti, e quindi proseguiamo con l’iniziativa per il terzo anno, estendendolo per la prima volta anche a Marche e Abruzzo – commenta Cristian Fabbri, Amministratore Delegato Hera Comm –. Con Digi e Lode si è attivato un circolo virtuoso che incentiva lo sviluppo dei comportamenti digitali nei nostri clienti e allo stesso tempo contribuisce a potenziare le dotazioni digitali delle scuole delle nostre comunità di riferimento. Solo lavorando insieme, azienda e comunità locali possono generare nel lungo termine un impatto ambientale e sociale tangibile e misurabile. Invitiamo quindi tutti i nostri clienti a continuare a partecipare numerosi al progetto”.   

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*