Dalla Regione Emilia Romagna un progetto per la condivisione di esperienze e conoscenze sul tema dello smart working

0

Si chiama VeLA – Emilia Romagna Smart Working il progetto regionale di consolidamento e diffusione dello smart working negli enti del territorio emiliano-romagnolo, che vede Lepida – società in house della Regione – partner strategico e operativo, anche attraverso forniture esterne di eccellenza. Al momento hanno dato la loro adesione al progetto la Città Metropolitana di Bologna e i Comuni di Bologna, Cervia, Parma, Piacenza; l’Unione Romagna Faentina, l’Unione Valle Savio, l’Unione Bassa Reggiana; le Università di Ferrara e Bologna, e molti altri sono in attesa di formalizzazione dell’accordo.

Il progetto, aperto a tutte le Amministrazioni regionali interessate, ha come obiettivo generale quello di creare delle comunità di pratica per condividere esperienze e conoscenze sul tema dello smart working e sui necessari processi di cambiamento. I risultati verranno poi divulgati in una logica di riuso, con l’obiettivo più ampio di migliorare il processo di trasformazione digitale. Inoltre, il progetto mira anche a definire un protocollo condiviso tra amministrazioni pubbliche per mettere a disposizione degli smart workers spazi di co-working.

Oltre a tutte le iniziative nell’ambito del progetto, Regione Emilia-Romagna ha anche concluso un Bando dedicato all’adozione dello smart working negli enti territoriali “raddoppiando” le risorse previste inizialmente. Rivolto a Comuni, Unioni di Comuni, Province e Città Metropolitana, il Bando ha registrato una forte adesione già dalla prima pubblicazione, tale da esaurire le risorse previste (2M€). Per questo Regione Emilia-Romagna ha aggiunto in fase di assestamento di bilancio altri fondi (1.45M€) coinvolgendo quasi 200 enti e raddoppiando i progetti, dagli iniziali 27 a 55. Per essere sempre aggiornati sulle iniziative del progetto è possibile seguire la pagina LinkedIn e visitare il sito Internet.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*