Facebook e Twitter protagonisti a Pordenonelegge con un contest fotografico

0

Social e fotografia si incontrano nella prima edizione di “Fotografa pordenonelegge!”, il contest che permetterà a tutti di condividere i momenti, i protagonisti, gli eventi e le situazioni catturate al festival non solo in questa edizione 2014, ma anche per le 14 edizioni precedenti. Ideato e promosso dalla Fondazione pordenonelegge, il concorso sarà attivo per tutto il mese di settembre attraverso l’invio delle foto scattate dall’edizione 2000 a quella 2014, non solo nei giorni del festival ma anche nel periodo precedente, o successivo. Avete scattato qualche foto ormai ricercatissima delle prime edizioni? O avete immortalato qualche autore che si aggirava per le vie della città? O ancora, avete catturato qualche ‘angelo’ alle prese con il pubblico, o un allestimento speciale dei negozi del centro, magari virato in giallo/nero? Sono tutte ottime premesse per partecipare a “Fotografa pordenonelegge!”. Unico vincolo: che le immagini inviate abbiano come soggetto o sfondo un richiamo inequivocabile alla manifestazione pordenonese, e che l’autore sia maggiorenne e disponga di un profilo Facebook o Twitter. Per partecipare basta accedere al sito www.pordenonelegge.it pubblicando una o più foto del festival dal proprio profilo personale Facebook o Twitter. Dalla pagina dedicata al concorso all’interno del sito www.pordenonelegge.it l’utente dovrà selezionare con quale social partecipare, effettuare il login e cliccare “Mi piace” per diventare fan della pagina ufficiale di pordenonelegge su Facebook o diventare follower di @pordenonelegge su Twitter. Una volta completata la registrazione, sarà necessario condividere nel proprio profilo la partecipazione al concorso associando alla fotografia l’hashtag #pordenoneleggefoto.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*