Gli open data delle strutture ricettive Regione per Regione nello studio del Cnr

0

Quante Regioni italiane forniscono dataset open relativi alle strutture ricettive? Lo ha rivelato uno studio condotto dal Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) di Pisa. I dati ottenuti sono confluiti in un portale, tour-pedia.org, pensato per dare vita a un osservatorio nazionale sul turismo italiano e consentire agli utenti di consultare un database costantemente aggiornato contenente informazioni su tutte le strutture ricettive presenti nel Paese.

Esplorando il sito è possibile visualizzare la quantità di open data messi a disposizione Regione per Regione. Molte non hanno dato libero accesso ai loro dati: il progetto intende anche sensibilizzarle a una maggiore apertura finalizzata alla creazione di un portale unico di riferimento per lo sviluppo del turismo italiano.

Dalla ricerca è emerso che al Centro Nord i dataset contengono molte strutture ricettive. Abruzzo, Calabria, Campania, Lazio, Molise e Valle d’Aosta, invece, non hanno un open data dedicato. Trentino-Alto Adige e Basilicata mettono a disposizione solo le strutture di due province: Trento e Matera. Veneto, Emilia Romagna, Piemonte, Marche e Umbria hanno nel loro dataset più strutture registrate rispetto al portale booking.com mentre Toscana e Lombardia non mostrano grandi differenze rispetto al sito. Liguria, Sardegna, Sicilia e Trentino Alto Adige, invece, hanno solo una piccola parte delle strutture nel loro open data.

Per quanto riguarda il numero di strutture ricettive presenti negli open data forniti, la Toscana è al primo posto con 15.143. Seguono Veneto, Emilia Romagna, Lombardia e Piemonte con numeri compresi tra i 6.000 e i 10.000, poi Sicilia, Puglia, Marche e Umbria tra le 3.000 e le 6.000, Liguria, Sardegna e Trentino tra le 1.000 e le 3.000, infine Friuli Venezia Giulia e Basilicata sotto le 1.000.

 

 

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*