HackUNIVPM, una app per la cura degli animali domestici vince il premio Panti

0

Si chiama MeltingTop il team che si è aggiudicato la III edizione del premio Maurizio Panti durante la maratona digitale HackUNIVPM, che quest’anno ─ il 24 e il 25 novembre ─ ha coinvolto sessantuno studenti dell’Università Politecnica delle Marche. I partecipanti, iscritti alle facoltà di ingegneria ed economia, sono stati suddivisi in undici squadre che hanno lavorato ininterrottamente per ventotto ore all’ideazione di una web application utile all’implementazione di prodotti o servizi basati sull’Internet of things.

Simone Papalini, Lucia Damiani, Federica Baiocchi, Andriy Kormylo, Marco Domenichelli, Marco Mariani e Gianroberto Giampieri si sono aggiudicati i mille euro del primo premio grazie al progetto MeltingTop, una web app per il monitoraggio e la cura a distanza degli animali domestici. Così i vincitori hanno spiegato l’idea alla base della app: “Siete al lavoro e il vostro cane è a casa da solo? Siete preoccupati del suo stato di salute? In una abitazione con sistemi automatizzati attivabili a distanza, MeltingTop vi notifica se il vostro amato si trova in difficoltà e vi consente di supplire alle sue necessità”.

A lanciare la sfida con l’HackUNIVPM  sono stati i docenti Alessandro Cucchiarelli e Donato Iacobucci del dipartimento di Ingegneria dell’informazione, Silvio Cardinali del dipartimento di Management dell’Università Politecnica delle Marche insieme alla Scuola superiore di studi dei Lions Clubs Maurizio Panti con il primo vicegovernatore Carla Cifola. Partner della maratona, realizzata in collaborazione con Confindustria Pesaro Urbino, anche il Centro alti studi europei e le aziende marchigiane TeamSystemEidos Consulting e Sinergia.

Questa iniziativa ─ ha sottolineato il rettore Sauro Longhi valorizza l’attività di ricerca del nostro ateneo. È un esempio di come i ragazzi riescano a produrre innovazione, attività che vanno oltre il quotidiano e che aiutano ad accrescere nei giovani la consapevolezza di potere contribuire e intraprendere. La ricerca del nuovo è il nostro contributo alla crescita del territorio”.

La commissione che ha valutato i progetti presentati era composta dai docenti Univpm Silvio Cardinali, Christian Morbidoni ed Emanuele Frontoni; insieme a loro erano chiamati a valutare le proposte degli studenti Flavio Tonetto, titolare di Sinergia e rappresentante di Confindustria PU, e Franco Bompani, titolare di Eidos Consulting e direttore della scuola Panti. Questi i criteri di valutazione: innovazione, user interface e user experience, presentazione e corrispondenza col tema, potenziale di mercato, sostenibilità del modello di business e grado di completezza dello sviluppo.

Con il premio Panti ─ ha spiegato Roberto Guerra, presidente della scuola Maurizio Panti ─ sosteniamo l’Hackathon UNIVPM perché interpreta gli insegnamenti del professore che è stato una figura illustre di questa Università e della città di Ancona, particolarmente impegnato nel preparare i giovani studenti ad affrontare la straordinaria sfida della vita attraverso lo studio, la ricerca e l’innovazione per la crescita. È fondamentale in un’epoca come quella attuale rafforzare la capacità dell’economia di stimolare l’innovazione e incorporare il progresso tecnologico, veri motori della crescita e del benessere. Per questo serve innovazione, sia di prodotto che di processo, ed è imprescindibile collaborare con i luoghi dove si produce la conoscenza per l’innovazione: le università”.

Il secondo e il terzo premio – offerti dalla TeamSystem, per la prima volta partner dell’iniziativa – sono andati rispettivamente ai team Exploits e Bright Code.Gli studenti che hanno preso parte all’HackUNIVPM hanno espresso il loro parere assegnando il premio della giuria popolare ad Exploits, il team che si è classificato secondo.
Il gruppo Exploits era composto da Alessandro Bonifazi, Matteo Cappelletti, Enrico Gambini, Alberto Giacomini, Niccolò Marini, Luca Mazzieri e Federico Simonetti. Il gruppo Bright Code era composto da Francesco Boemi, Vincenzo Di Sciullo, Matteo Mazzanti, Vittorio Morganti e Ilario Pierbattista.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*