I tifosi del Treviso si affidano ai social per salvare il calcio in città

0

Anche le storie centenarie del mondo del calcio fanno ricorso ai social media. Dopo “Comprate la Bari”, clamorosa mobilitazione online per una rapida soluzione della crisi societaria del Bari Calcio, è ora il caso del Treviso, gloriosa società del calcio italiano finita nell’anonimato del dilettantismo. Dopo la recente promozione nel campionato di Eccellenza i suoi tifosi infatti hanno avviato una campagna social per cercare di evitare il peggio dal punto di vista economico. Dal portale “forzatreviso.it” è nata infatti una forte opera di sensibilizzazione online su Facebook e Twitter che, tramite l’hashtag #tienivivoiltreviso, si rivolge a tutti quelli che hanno a cuore le sorti di società e squadra, per evitare dopo anni di fallimenti ulteriori dolorose rifondazioni della società. L’hashtag viene così veicolato su immagini storiche del Treviso Calcio e sui suoi grandi protagonisti, che vengono poi pubblicate sui social network dalle pagine degli stessi supporters trevigiani. La prima immagine di #tienivivoiltreviso è legata a Luca Toni, lanciato in serie B nella stagione 1999/2000 proprio dal Treviso in coppia con Gigi Beghetto. Solo uno dei tanti inviti che dai social media gli appassionati biancocelesti hanno voluto indirizzare a chi può dare una mano al Treviso, per evitare di dilapidare 105 anni di storia che già nel 2009 hanno subìto un colpo molto duro.

 

Antonio Lionetti

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*