Il Corecom della Provincia di Trento indaga sulla presenza online della popolazione

0

Il Comitato provinciale per le comunicazioni, istituito presso il Consiglio della Provincia autonoma di Trento, ha recentemente illustrato l’attività svolta nel 2016. Il presidente Carlo Buzzi, assieme ai componenti del Corecom Carlo Giordani, Giuseppe Stefenelli e Roberto Campana, ha diffuso una relazione che dà conto delle diverse funzioni svolte dal Comitato, anche per diretta delega dell’Agcom nazionale.

Oltre ad occuparsi di attività di conciliazione, monitoraggio sul rispetto della par condicio dei soggetti politici, tutela dei minori e sostegno all’informazione locale tramite una nuova legge provinciale, l’organo ha realizzato un’indagine sull’uso di internet e dei social network.

Tra le molteplici funzioni del Corecom c’è anche il compito di favorire la crescita produttiva, imprenditoriale, culturale e tecnologica del sistema delle comunicazioni sul territorio. Il comitato ha quindi attivato una ricerca – i cui risultati saranno presto resi pubblici – sui comportamenti online della popolazione trentina.

Il sondaggio, condotto da Swg, ha evidenziato che la società locale è polarizzata in relazione all’età: se il 48% dei trentini si connette a internet tutti i giorni e per almeno un’ora, c’è però un quarto di popolazione completamente fuori dalla rete. In questa fascia i giovani rappresentano percentuali attorno all’uno, mentre i 54-65enni coprono il 42%. Ancora: il 57% dei trentini è iscritto ad almeno uno dei social media, mentre tra quelli che ignorano Facebook e affini i giovani sono il 10%, i 54-65enni sono il 65%.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*