Il museo delle Miniere dell’Amiata nella nuova sezione di Google dedicata alla storia naturale

0

Il museo delle Miniere di Mercurio del monte Amiata, a Santa Fiora, si assicura visibilità mondiale entrando a far parte della nuova sezione Google dedicata alla storia naturale. L’adesione è avvenuta grazie a un accordo tra Google Cultural Institute e associazione Minatori per il museo, gestore della struttura per conto del Comune.

Per realizzare la sezione g.co/naturalhistory, promossa da Google in partnership con alcune tra le istituzioni più importanti al mondo nel campo della storia naturale, sono state create più di cento storie interattive e condivisi più di 300.000 documenti, foto e video.
La collaborazione con il museo delle Miniere di Mercurio del monte Amiata consente agli utenti di accedere a una collezione digitale di 146 opere e osservare una parte significativa dell’esposizione mineralogica del museo. È disponibile anche un archivio fotografico con immagini d’epoca che illustra storie di miniere e minatori. Grazie alla Street View, inoltre, è possibile visitare virtualmente l’edificio. Alla presentazione del progetto, che si è tenuta il 13 settembre al Museo di storia naturale di Londra, Graziella Ciaffarafà ha rappresentato l’associazione Minatori per il museo.

Per il Comune di Santa Fiora è una grande occasione di visibilità e promozione – afferma soddisfatto il sindaco Federico Balocchi – perché il museo delle Miniere di Mercurio, e quindi Santa Fiora, avranno immediato risalto sulla pagina di ricerca Google a livello mondiale. E considerato che gli altri siti museali presenti nella sezione storia naturale di Google circa una sessantina in tutto –  sono strutture come i musei di storia naturale di Londra e Berlino, gli Uffizi di Firenze e il Moma, non c’è dubbio che si tratti di una presenza  altamente qualificante per il nostro piccolo ma prezioso museo.”

La nuova sezione è disponibile a chiunque, gratuitamente, sul Web e nell’app GoogleArts&Culture per iOS e Android.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*