Il Puc a portata di click con il nuovo geoportale del Comune di Genova

0

Il Puc ─ Piano urbanistico comunale ─ è interattivo e multimediale: grazie al nuovo geoportale del Comune di Genova, infatti, sarà possibile interrogare in tempo reale lo strumento di pianificazione e governo del territorio.
Il documento e le schede del Puc erano già presenti in una specifica sezione del sito del Comune di Genova. Il valore aggiunto rappresentato dal nuovo geoportale – un vero e proprio strumento di supporto alle decisioni, che fa da collettore a una pluralità di banche dati geografiche – riguarda le possibilità di consultazione dinamica delle informazioni e gestione on demand delle mappe.
Per aiutare il cittadino a orientarsi all’interno di questo mare di dati, dai quali può ricavare importanti informazioni per la propria attività o per la vita di ogni giorno – notizie su scuole e musei, toponomastica, numeri civici, aste stradali, aree esondabili – l’Amministrazione comunale ha realizzato un video tutorial che guida alla consultazione dello strumento.

Attraverso il geoportale ogni cittadino potrà osservare come sarà lo sviluppo della città di Genova nei prossimi anni – dalle infrastrutture alle aree produttive, dalla connessione tra porto e città al rapporto del tessuto urbano con la collina e il mare – o individuare la destinazione urbanistica e gli eventuali vincoli di ciascuna area del territorio comunale.
I livelli che compongono i vari temi del Puc sono interrogabili sia singolarmente che attraverso la loro sovrapposizione: per un oggetto del territorio, ad esempio un edificio, è possibile conoscere contemporaneamente quali sono le indicazioni dell’assetto urbanistico, del livello paesaggistico puntuale e della zonizzazione geologica.

Il piano urbanistico ha un forte valore strategico non solo nella programmazione delle grandi trasformazioni, ma anche nell’indicare le regole per la pluralità degli interventi diffusi sul territorio. Sotto questo profilo risultano decisive la trasparenza e la certezza dell’informazione: il nuovo geoportale va esattamente in questa direzione.

La home-page del geoportale del Comune di Genova è suddivisa in tre diverse sezioni.
Nella prima parte il cittadino può comporre una mappa scegliendo i dati di suo interesse (come le scuole presenti in una data porzione di territorio, i musei o i teatri, i dati ambientali o quelli relativi al commercio).
La seconda raccoglie le diverse banche dati secondo un criterio tematico. Si tratta di un insieme di mappe realizzate su argomenti specifici (ambiente e territorio, commercio, piano urbanistico comunale, centro storico ecc.) che rende disponibile per la consultazione un gruppo di livelli già organizzati.
La terza sezione mette a disposizione le news relative alle banche dati inserite di recente (Puc, abitanti per civico ecc.).

Le banche dati geografiche disponibili  comprendono, oltre ai vari livelli del Puc, la localizzazione di:

  • limiti amministrativi (municipi, unità urbanistiche ed ex circoscrizioni);
  • toponomastica (numeri civici, aste stradali);
  • istruzione (scuole);
  • attività sportive (impianti sportivi comunali);
  • anagrafe (numero complessivo di abitanti e famiglie per ogni civico del territorio);
  • attività culturali (musei, teatri, cinema);
  • luoghi di culto;
  • dati di interesse storico-culturale (Palazzi dei Rolli e palazzi del Riconoscimento Unesco, catasti storici, mappatura culturale, acquedotto storico);
  • dati di interesse ambientale e pianificazione territoriale (bacini idrografici, classi sismiche, geologia e geomorfologia, frane);
  • commercio (centri integrati di via e piano di somministrazione delle bevande).

Tra le banche dati di prossima pubblicazione troviamo:

  • piano dell’energia (consumi energetici, energie alternative);
  • sistema difensivo genovese (forti e cinta muraria seicentesca, comprensivi della rete di manufatti minori).

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*