La comunicazione pubblica dell’Europa, un’analisi di Lucia D’Ambrosi

0

In uno scenario europeo in cui sono presenti problematiche difficili e preoccupanti quali la crescente pressione migratoria, la precarizzazione del lavoro e le misure di austerità, comunicare l’Europa appare un obiettivo strategico e sempre più funzionale a ridisegnare il futuro equilibrio della sfera sovranazionale. Ciò anche a fronte dell’emergere di sentimenti antieuropeisti e nuovi nazionalismi che minano le basi dell’identità politica europea e di un progetto democratico condiviso. L’Italia, più di altri contesti in Europa, paga il prezzo di un ritardo nel coinvolgimento, nella trasparenza e fiducia dei cittadini rispetto alle opportunità offerte dall’Unione europea. Un prezzo che si trasforma in un boomerang fatto di continui traguardi mancati, frutto anche dell’incapacità di saper tradurre in azioni concrete il valore aggiunto di essere “europei”. Le notizie che provengono da Bruxelles sono spesso percepite come informazioni lontane, difficilmente comprensibili, poco funzionali a costruire una maggiore consapevolezza dei diritti e dei doveri che derivano dalla cittadinanza europea.

Come comunicano oggi le Istituzioni europee? Che ruolo svolgono i media digitali? Con quali modalità si esprime la partecipazione dei cittadini nello spazio comunitario? A questi interrogativi cerca di dare una risposta La comunicazione pubblica dell’Europa di Lucia D’Ambrosi, focalizzando la riflessione sull’accresciuto impatto della comunicazione dell’Ue e sulla sua rilevanza nel processo di costruzione della governance comunitaria. Nell’ambito delle diverse azioni quadro avviate nel settore istituzionale si ribadisce la necessità di rendere la comunicazione più vicina alle molteplici sfere locali, ricorrendo a un linguaggio semplice e chiaro che tenga conto della diversità culturale e linguistica dei suoi pubblici e, al tempo stesso, che sia capace di raccontare l’Europa nella sua prospettiva di politica transnazionale, in uno spazio unificato di dibattito dei diversi Stati membri.

Due sono gli ambiti tematici su cui il volume intende concentrarsi: da una parte, sono descritte le nuove strategie comunicative promosse dalle Istituzioni europee e con il responsabile e attivo contributo di tutti gli Stati Membri, quale sfide per favorire lo sviluppo partecipativo del cittadino e realizzare l’integrazione culturale e europea; dall’altra è analizzata l’informazione prodotta dai media, tra crisi e trasformazione digitale, affrontando il complesso e delicato rapporto tra singole sfere mediatiche nazionali e contesto sovranazionale e osservando quanto tali dinamiche discorsive incidano nella promozione di un’immagine efficace dell’Ue.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*