La storia di Jesolo sbarca sul web attraverso il nuovo portale dedicato all’area archeologica delle Antiche Mura

0

La storia millenaria delle Antiche Mura di Jesolo diventa digital e consultabile da pc, smartphone e tablet grazie al nuovo sito web www.jesolohistory.it. Cittadini e turisti avranno a disposizione tutte le informazioni su Equilo (nome dell’antica Jesolo) e potranno così approfondire la conoscenza della località. Il portale rientra tra i progetti dell’amministrazione per promuovere e valorizzare il sito archeologico e mostrare come Jesolo non sia solo spiaggia ma anche storia e cultura.

Il portale è stato ha un carattere divulgativo ed è strutturato con un linguaggio accessibile a tutti. A tutti gli effetti è un contenitore nel quale sono state inserite le informazioni e le conoscenze su Jesolo che affonda le radici in oltre mille anni di storia e le cui vicende sono strettamente legate alla Laguna di Venezia. Oltre a testi e bibliografia dedicata, il portale contiene anche pillole video con interventi di archeologici e docenti dell’Università Ca’ Foscari Venezia, che da quasi dieci anni indagano il sito per portarne alla luce reperti e nuove conoscenze, grazie al supporto dell’amministrazione e della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna. Molte anche lo fotografie, che descrivono la ricchezza dell’area, con i resti della cattedrale di Santa Maria Assunta, per quasi trecento anni sede vescovile, il vicino monastero di San Mauro e la mansio, il primo “albergo” della storia.

Tutto il lavoro svolto è stato così raccolto in un unico luogo digitale, tradotto anche in inglese, tedesco e francese per esser facilmente consultabile anche dai turisti della località e che, potrà essere ampliato con le nuove scoperte che dovessero essere effettuate nei prossimi anni.

La realizzazione del sito internet dedicato alle Antiche Mura è il primo passo verso la valorizzazione dell’area archeologica di Jesolo, di cui abbiamo gettato le basi qualche mese fa con la presentazione dei risultati dell’ultima campagna di scavo curata dall’Università Ca’ Foscari Venezia – dichiara il sindaco Valerio Zoggia – Il nostro obiettivo è creare un percorso organico che ci possa portare, entro la fine del mandato, ad avere dei progetti concreti da avviare per la creazione di un vero parco archeologico, con il recupero della sede dell’ex ragioneria da adibire a museo e un percorso che conduca al sito delle Antiche Mura”.

Fin dall’insediamento ci siamo posti l’obiettivo di arricchire la conoscenza della storia di Jesolo e renderla fruibile ai nostri cittadini, comprendendo l’importanza delle radici per una comunità, e anche ai nostri numerosi ospiti per dare loro una proposta alternativa alla spiaggia e dal forte sapore culturale – aggiunge l’assessore alla cultura, Otello Bergamo – Il sito web dedicato diventa così una finestra che si apre sul passato, da cui apprendere e conoscere la nostra storia, che spinge poi a vedere da vicino il sito archeologico immerso nel verde della campagna jesolana. Si tratta di un primo passo importante che ci permetterà di aprire un filone del turismo culturale della località”.

Quello delle Antiche Mura è un sito importante, soprattutto per quanto riguarda la conoscenza del passato e la storia di una comunità – spiega la funzionaria archeologa della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per il Comune di Venezia e Laguna, Sara Bini – Più volte è stato evidenziato che Jesolo non è solo mare e spiaggia ma anche storia e cultura. Ecco allora che assume valore il lavoro svolto in questi anni e che merita di essere portato avanti per far sì che la conoscenza di ciò che la città è stata in passato sia divulgata e raggiunga un pubblico più vasto possibile. Le campagne di scavo servono anche a questo. Sarebbe riduttivo effettuare ricerche senza poi poterle mettere a disposizione, oltre che della comunità scientifica anche a cittadini e turisti. Per la Soprintendenza rimane quindi essenziale la collaborazione, sia con gli istituti di ricerca, in questo caso rappresentati dall’Università Ca’ Foscari Venezia che con le amministrazioni locali”.

L’insegnamento di Archeologia Medievale dell’Università Ca’ Foscari – ha sottolineato Sauro Gelichi, direttore dello scavo – è impegnato da anni in un progetto di ricerca archeologica nell’area dove, tra Antichità e Medioevo, sorse l’antica Equilo. Studi di carattere territoriale, scavi, carotaggi, survey hanno consentito di ricostruire, con una certa attendibilità, il quadro paleoambientale dove nacque e si sviluppò l’abitato (una sorta di arcipelago allo sbocco del fiume, tra un cordone di dune para litoranee e una laguna interna), ma anche di tratteggiare la traiettoria storica di uno dei più importanti siti archeologici della Venezia alto-medievale. Il nuovo portale web, promosso ed approntato dall’Amministrazione Comunale, costituisce dunque un passaggio decisivo, non solo perché recupera e traduce in comunicazione quanto la ricerca archeologica è stata in grado di elaborare in tutti questi anni, ma perché, così facendo, si è riusciti a dare a quel contenuto e a quelle storie dalla terra il rilievo e la visibilità che meritano. Un passo importante, dunque, verso la realizzazione di quel progetto di recupero e valorizzazione del patrimonio storico-archeologico locale a cui Amministrazione, Università e Soprintendenza stanno lavorando da tempo e che ci auguriamo possa trovare compimento a breve“.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*