“Parma in tempo di guerra, 1940-1945”, un portale di public history e alta divulgazione per raccontare la Seconda guerra mondiale

0

Il 10 giugno 2020 è ricorso l’80° anniversario dell’ingresso dell’Italia nella Seconda guerra mondiale: in questa occasione l’Istituto storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Parma, insieme a Comune di Parma, Regione Emilia Romagna, Provincia di Parma e Fondazione Cariparma, ha promosso la realizzazione di un portale digitale di public history e alta divulgazione con l’intenzione di raccogliere nel corso del triennio 2020-23 documenti, dati, immagini, produzione didattica, testi storici, testimonianze e ricerche originali, inedite e preesistenti, partendo dal posseduto e da ciò che l’Istituto riuscirà a produrre nel corso del triennio. Obiettivo del progetto sarà documentare e raccontare i venti mesi dell’occupazione tedesca e la lotta di Liberazione a Parma e nel parmense.

“Parma in tempo di guerra, 1940-1945” prevede la realizzazione di un portale strutturato in quattro siti tematici distinti: “Soldati e prigionieri di guerra (1940-45)”; “Militari di Parma sui fronti di guerra (1940-1943)”; “La guerra a Parma (1940-45)”; “Guerra e Resistenza nel parmense (1943-45)”.

“Soldati e prigionieri di guerra, 1940-1945” documenterà l’esperienza dei militari di Parma nei campi di prigionia alleati, partendo dal fondo archivistico dell’Associazione nazionale reduci dalla prigionia, sezione di Parma, conservato nell’archivio Isrec. Oltre 3.000 schede personali che consentiranno di ricostruire il profilo di ogni singolo prigioniero (anagrafica, titolo di studio, professione ecc.), il luogo o la battaglia in cui è stato catturato, la durata della prigionia e il campo o i campi di internamento. Un terzo circa delle schede personali, inoltre, conserva con sé documenti personali del prigioniero: un preziosissimo patrimonio, costituito in gran parte da lettere e cartoline nel numero di oltre un migliaio, inviate e ricevute dai/nei campi di internamento. Attraverso questi documenti è possibile raccontare i sentimenti, la quotidianità e alcuni aneddoti dell’esperienza di prigionia dei soldati parmensi. La documentazione e le storie narrate andranno ad aggiungersi ai contenuti già presenti nel portale-banche dati, “Parma ‘900” (http://database.istitutostoricoparma.it/).

“Militari di Parma sui fronti di guerra, 1940-1943”, il secondo sito, si prefigge di studiare e documentare la presenza di militari di Parma e provincia, i reparti di appartenenza e l’esperienza che vissero in guerra, i rapporti con la città e con le proprie famiglia, corrispondenza, giornali militari, fonti fotografiche e la memoria tragica e in larga parte rimosso nel dopoguerra.

La vita a Parma e nel territorio provinciale durante i primi tre anni di guerra sarà il tema del terzo sito, “La guerra a Parma, 1940-43”, dove verrà raccontato, documentato e illustrata la vita quotidiana, la mobilitazione per la guerra e la nascita dell’antifascismo di guerra, le politiche amministrative e la vita quotidiana a Parma e nelle campagne.

“L’occupazione militare tedesca e la lotta di Liberazione”, il quarto sito, racconterà i venti mesi dell’occupazione militare, la nascita della RSI, la guerra in casa, la Resistenza e la Liberazione, tutti temi ai quali verranno dedicati nuove ricerche e promosse numerose iniziative didattiche e di public history.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*