Roma strappa il primato con Spid, oltre 60 servizi disponibili

0

Anagrafici, tributari, elettorali. Sono solo alcuni tra gli oltre 60 servizi erogati online dal Comune di Roma oggi accessibili tramite Sistema pubblico di identità digitale (Spid).

La Capitale, prima grande città ad adeguarsi agli obblighi imposti dalla norma, raggiunge il traguardo con un anno di anticipo (scadenza per tutti al 31 dicembre 2017) e va ad aggiungersi alle 3.720 amministrazioni già aderenti con 4.273 servizi disponibili. Si completa, così, il percorso avviato sia con la delibera della Giunta capitolina dell’11 novembre scorso sia con la sottoscrizione della convenzione con l’Agenzia per l’Italia digitale (AgID).

Più in generale, è la cronaca di un passo in avanti nella diffusione del nuovo sistema di login tra le Pubbliche amministrazioni e della crescita esponenziale delle identità digitali rilasciate ai cittadini: dalle 66.822 di settembre 2016 alle 838.000 di dicembre 2016.

“L’impegno di questa amministrazione”, ha dichiarato l’assessora a Roma Semplice, Flavia Marzano “è quello di mettere al centro il cittadino e le sue esigenze massimizzando le opportunità offerte dal digitale”. L’adozione di Spid rientra in questa strategia che trova maggiore dettaglio nei servizi e processi da realizzare entro il 2017 previsti dalle linee guida dell’Agenda Digitale di Roma Capitale, e cioè:

  • nuovo portale del Comune in una logica centrata sul cittadino;
  • avvio della realizzazione dello sportello unico Urp sul web, aperto e con chat e videochat;
  • Roma Capitale nei programmi nazionali previsti dalla Strategia per la Crescita Digitale e realizzazione dei servizi di e-government definiti avvalendosi delle infrastrutture abilitanti a livello nazionale, con adesione al nodo PagoPa e rilascio dei primi servizi digitali con Spid;
  • distribuzione della carta d’identità elettronica;
  • avvio progettazione della casa digitale del cittadino;
  • assessment sui sistemi e sulla digitalizzazione dei processi interni all’amministrazione (centrale e municipale) come base per un programma di miglioramento, con coinvolgimento diretto del personale, in stretta connessione con i programmi di realizzazione dei nuovi servizi;
  • avvio di una community con altri Comuni, a partire da quelli dell’Area metropolitana;
  • avvio di un progetto per la razionalizzazione dei Data Center anche nell’ottica di servizio per i comuni della Città Metropolitana.

Maggiori informazioni sull’identità digitale Spid si potranno ottenere recandosi presso i Punti Roma Facile, inaugurati lo scorso 30 novembre.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

MASSIMO GERIA

Classe 1972, romano, padre di una bellissima bambina. Comunicatore pubblico per passione, web writer, convinto sostenitore dei social e di tutti i mezzi di informazione. Curioso di natura, navigo a vista su internet. Amo la buona tavola, la famiglia, gli amici e sono le uniche storie che non riesco a raccontare in 140 caratteri.

Leave A Reply


*