Seregno, oltre mille le segnalazioni inoltrate al Comune tramite il portale “T’el disi mi” nel suo primo anno di vita

0

Oltre mille segnalazioni per il primo anno di attività del portale T’el disi mi, lo strumento del Comune di Seregno dedicato alla raccolta di segnalazioni e attivato il 4 febbraio 2019 con l’intento, da un lato, di facilitare al cittadino il compito di avanzare comunicazioni e proposte verso l’Amministrazione aomunale e, dall’altro, di fornire all’Amministrazione stessa un contenitore in cui trovare convogliate tutte le segnalazioni, con l’evidente vantaggio di poter monitorare in maniera più efficace le situazioni di criticità.

Nel corso dell’anno il modello organizzativo della gestione delle segnalazioni è stato rivisto: inizialmente era stato avviato secondo il modello della redazione diffusa (la risposta era affidata a più funzionari), con una regia ed un coordinamento demandato ai servizi di staff del sindaco. Questa modalità, tuttavia, ha rivelato margini di inefficacia perché, in diverse occasioni, i cittadini hanno evidenziato problematiche che, rispetto all’organizzazione interna del Comune, coinvolgono più uffici. Quindi il modello organizzativo è stato ribaltato: tutte le risposte sono affidate ai servizi di staff del sindaco, che si fanno quindi anche carico dell’acquisizione delle informazioni dagli uffici e del superamento delle difficoltà legate alla trasversalità delle segnalazioni.

Le tematiche più gettonate riguardano arredo urbano, decoro urbano e sicurezza, mentre le aree dei servizi demografici, dei servizi scolastici, dell’edilizia privata e dei tributi sono chiamate in causa in misura marginale.

Di seguito alcune delle tematiche più affrontate tramite T’el disi mi.

Rifiuti (120 ticket): problematica composita, che comprende sia la segnalazione di situazioni di degrado, sia gli abbandoni abusivi, sia l’utilizzo improprio dei cestini stradali.

Illuminazione (96): il dato è fortemente condizionato dal fatto che la materia sia oggetto di interventi in corso e che, quindi, da un lato la manutenzione ordinaria delle vecchie lampade sia stata progressivamente abbandonata e dall’altro che le nuove installazioni richiedano necessariamente ottimizzazioni e collaudi;

Alberi (70): la carente manutenzione ordinaria degli ultimi anni ha moltiplicato le situazioni che necessitano cure: nel 2019 sono stati effettuati interventi importanti che hanno diminuito le segnalazioni, che dovrebbero ulteriormente diminuire dopo gli interventi programmati per il 2020.

Buche stradali (64): la segnalazione della buca stradale è il caso più semplice ed in certo modo paradigmatico con cui spiegare la funzionalità del portale T’el disi mi: qui l’apporto dei cittadini è particolarmente utile, perché moltiplicano gli “occhi” che guardano il territorio. Su questa segnalazione, gli uffici sono sufficientemente efficaci e l’intervento è in genere tempestivo.

Vigili (55): la richiesta di maggiore presenza degli agenti di polizia locale sul territorio è una tematica sentita, tra l’altro declinata con aspettative oggettivamente ben al di sopra di quanto sia realisticamente realizzabile. Concetto alternativo, ma del tutto assimilabile, è la proposta di posa di telecamere (22). Anche in questo caso l’aspettativa è ben al di sopra del realizzabile.

Erba (45): le lamentele per il mancato taglio dell’erba sono state concentrate esclusivamente tra i mesi di aprile e maggio, durante i quali c’era una difficoltà importante e contingente legata alla manutenzione del verde pubblico.

Dosso (26): sono ricorrenti le richieste di porre dossi stradali per ridurre la velocità dei veicoli o per meglio tutelare i pedoni. Tutte le richieste sono allo studio dell’Ufficio Strade e della Polizia locale, anche se non sempre le proposte dei cittadini possono essere accolte per ragioni di viabilità o per la necessità di evitare l’incremento di rumore che è portato da un dosso o anche solo per ragioni di risorse a disposizione.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*