Si avvicina Expo 2015, ora c’è anche la app ufficiale

0

Expo si avvicina a grandi passi e intanto l’esposizione universale lombarda del 2015 si materializza già in veste digitale. E’ stata infatti presentata “Expo Milano 2015 Official App”, l’applicazione ufficiale della manifestazione realizzata da Accenture, partner di Expo, e scaricabile gratuitamente su smartphone e tablet da App Store e Google Play. Si tratta di una vera e propria preparazione alla grande kermesse milanese, che peraltro sarà arricchita nei prossimi mesi da ulteriori funzionalità, ma che già ora permette di analizzare a fondo i temi della rassegna e di programmare in anticipo le proprie visite. L’applicazione è stata concepita come un profilo personale che ciascun utente si può creare quando vi accede, acquistando i biglietti di ingresso e stilando un’agenda di eventi modificabile a seconda delle proprie scelte. Il tutto viene resto più semplice da una mappa interattiva dell’intero sito espositivo, con informazioni in tempo reale legate alla propria ubicazione, e da aggiornamenti continui sul calendario delle manifestazioni e sulle offerte che di volta di volta espositori e partner proporranno nei cinque mesi di Expo. L’obiettivo dell’applicazione resta quello di diventare in queste settimane e nel corso della rassegna un autentico assistente digitale personale per ciascuno degli oltre venti milioni dei visitatori stimati per la rassegna 2015. E’ comunque sempre possibile reperire ulteriori informazioni sull’utilizzo e sui successivi sviluppi dell’app ufficiale di Expo.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

ANTONIO LIONETTI

Giornalista di lungo corso, preparazione universitaria ed esperienze lavorative informatiche, è materano da sempre ma ormai toscano (e senese) di adozione. Gli piace cimentarsi “di fioretto” con la penna, non disdegna con decisione “la spada” davanti a un computer. Sport, politica, teatro: alcuni dei suoi terreni preferiti per comunicare con un mondo sempre meravigliosamente “a colori”.

Leave A Reply


*