Torna “Grapperie Aperte”, su Instagram il contest sul vero spirito della grappa

0

“Lo spirito della grappa secondo me”, è il nome del contest fotografico che accompagnerà l’undicesima edizione di “Grapperie Aperte” in programma domenica 5 settembre in 31 distillerie italiane aderenti all’iniziativa. Per la prima volta la manifestazione sposta l’attenzione anche sui social network e mette in competizione fotografi amatoriali e veri e propri appassionati che tra domenica 5 e lunedì 6 ottobre potranno condividere direttamente le proprie foto sulla pagina Facebook di “Grapperie Aperte” o da Instagram utilizzando comunque al momento della pubblicazione l’hashtag #grapperieaperte2014. L’obiettivo resta quello di fermare in un’immagine appunto il vero spirito della grappa e della sua stessa tradizione, con libertà di espressione nella ricerca dei soggetti tra i personaggi più significativi nel mondo della distillazione o tra gli strumenti più affascinanti di lavoro, fino ai richiami più classici esistenti da sempre tra distilleria e territorio. La partecipazione al contest è gratuita ma va fatta seguendo alcune specifiche informazioni tecniche e comunque facendo riferimento per le foto a una delle 31 distillerie aderenti alla giornata celebrativa e il cui elenco è consultabile sul sito ufficiale www.grapperieaperte.it Tra tutte le foto inviate (di dimensione non inferiore a 403×403 pixel) sarà aperta una votazione online fino a tutta la giornata di sabato 11 ottobre, per premiare quelle che avranno saputo meglio interpretare e rendere in immagini lo spirito più autentico della grappa.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

ANTONIO LIONETTI

Giornalista di lungo corso, preparazione universitaria ed esperienze lavorative informatiche, è materano da sempre ma ormai toscano (e senese) di adozione. Gli piace cimentarsi “di fioretto” con la penna, non disdegna con decisione “la spada” davanti a un computer. Sport, politica, teatro: alcuni dei suoi terreni preferiti per comunicare con un mondo sempre meravigliosamente “a colori”.

Leave A Reply


*