Un concorso fotografico per raccontare i beni architettonici dell’Emilia Romagna

0

Il patrimonio architettonico dell’Emilia-Romagna raccontato attraverso lo sguardo dei cittadini: dal 1 settembre al 4 ottobre sarà possibile partecipare al concorso fotografico Scatta la cultura, aperto a tutti senza limiti di età e nazionalità. Le immagini incrementeranno il patrimonio iconografico dei beni culturali della regione, documentando la ricchezza e la capillare diffusione delle meraviglie del territorio. Nel periodo citato le foto dovranno essere caricate sul sito tourer.it. Saranno accettate anche immagini trattate con un semplice intervento di post-produzione volto a migliorarne la qualità.

Con Scatta la cultura entra nel vivo la campagna EnERgie Diffuse – Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità, promossa e realizzata dalla Regione che aderisce così all’Anno europeo del patrimonio culturale.

Le foto del concorso confluiranno in Tourer, banca dati del Ministero dei beni e delle attività culturali, che mappa attualmente 6500 beni architettonici dell’Emilia-Romagna. Testimonial di Scatta la cultura sarà il maestro Nino Migliori, decano dei grandi fotografi dell’Emilia Romagna e autorevole artista internazionale.

L’iniziativa è realizzata da Regione Emilia-Romagna in collaborazione con Segretariato regionale MiBACT per l’Emilia-Romagna, Istituto beni artistici culturali naturali Emilia-Romagna, Comune di Reggio Emilia, Fondazione Palazzo Magnani e Festival fotografia europea di Reggio Emilia.

Le immagini costituiscono segni determinanti per la valorizzazione dei territori. Alimentano il senso di appartenenza di chi vive in questi luoghi, che diventano contemporaneamente mete ideali di un turismo desideroso di conoscenza. Cittadini e viaggiatori – afferma l’assessore alla cultura della Regione, Massimo Mezzetti –  potranno essere promotori di bellezza con le proprie foto, rafforzando la nostra identità culturale. Con il convegno “Economia Arancione. L’industria culturale e creativa in Emilia-Romagna” lo scorso giugno abbiamo coinvolto gli operatori e gli addetti ai lavori – continua Mezzetti –  ora il testimone passa alla cittadinanza e al suo sguardo creativo. Il nostro obiettivo è rendere cultura e creatività strumenti di coesione sociale, integrazione, sviluppo economico e rigenerazione urbana, priorità, queste, che la Regione sta perseguendo da tempo”.

Tra tutti gli scatti pervenuti saranno selezionati quattro finalisti per ogni provincia e, tra questi, saranno scelti i tre vincitori. Sono previsti inoltre due premi speciali: Scatta l’inedito per le tre migliori foto che documentano un bene architettonico ancora privo di immagini sul sito tourer.it; Scatta l’Estense per le tre migliori foto dei beni dell’antico Ducato estense, oggetto di uno specifico progetto di valorizzazione culturale. La premiazione è prevista il 13 ottobre, a Reggio Emilia, durante la Settimana della cultura di EnERgie Diffuse. Le foto finaliste e vincitrici saranno inoltre esposte in una mostra promossa e organizzata dal Comune di Reggio Emilia nell’ambito di Fotografia Europea 2019; la mostra si terrà dal 12 aprile al 9 giugno 2019 presso i Chiostri di San Domenico.

Il regolamento del concorso è disponibile qui.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*