Una app per muoversi con facilità dentro l’ospedale di Mestre

0

Muoversi dentro l’ospedale di Mestre non è mai stato così semplice: scaricando sullo smartphone la app MyHospital Serenissima, infatti, gli utenti potranno spostarsi all’interno dell’edificio guidati dal navigatore.

La nuova Azienda sanitaria Ulss 3 Serenissima ha incaricato l’azienda TapMyLife di realizzare una app che permetta a chiunque di “navigare” nell’ospedale, guidato dal proprio smartphone fino al servizio che deve raggiungere, all’ambulatorio nel quale deve essere visitato o al reparto dove è in cura un degente.

La app MyHospital Serenissima:
–    è scaricabile dagli store Google e Apple;
–    individua nell’ospedale 350 punti di interesse, quindi altrettante possibili destinazioni dell’utente;
–    funziona in dialogo con particolari sensori (circa 700) collocati in ogni piano e corridoio dell’ospedale, quindi non c’è bisogno di connessione internet o gps;
–    garantisce la possibilità di continuo aggiornamento a chi gestisce il sistema, che potrà essere implementato con ulteriori informazioni, notizie sugli orari dei servizi e molto altro.

La app e il sistema connesso potranno svolgere, in alcune aree dell’ospedale, un altro fondamentale servizio: la rete di sensori già stesa, infatti, assolverà la funzione di monitoraggio interno per i materiali, secondo le esigenze logistiche della struttura. Permetterà quindi di controllare dove siano collocate, momento per momento, alcune attrezzature e strumentazioni che, per il loro utilizzo, vengono continuamente spostate.

La app MyHospital Serenissima guida già gli utenti nell’ospedale di Mestre e a breve, con lo stesso sistema e con lo stesso obiettivo, consentirà la “navigazione” anche dentro l’ospedale civile di Venezia.
In prospettiva, il sistema potrà essere allargato ad altre strutture dell’Azienda sanitaria Ulss 3 Serenissima.

 

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*