Una app per visitare il museo Bandini di Fiesole con la realtà aumentata

0

Da un progetto che unisce la storia dell’arte e le più recenti tecnologie digitali nasce Bandini Icon, applicazione basata sulla realtà aumentata, pensata per arricchire la visita al museo Bandini di Fiesole con contenuti speciali e informazioni aggiuntive sui dipinti appartenuti al celebre collezionista settecentesco Angelo Maria Bandini. Il progetto fa parte di un programma più ampio, avviato dai Musei di Fiesole nel 2016 con l’obiettivo di coinvolgere nuovi pubblici, in particolare le giovani generazioni.

L’intuizione che ha portato alla realizzazione dell’app si è formata nel 2016, nell’ambito di un seminario di schedatura di Storia dell’arte dedicato al Museo Bandini. In quell’occasione, dall’incontro tra Giovanni Pescarmona, studente di Storia dell’arte, e Marcello Massidda, studente in design della comunicazione, è nata l’idea di realizzare una app in realtà aumentata come strumento di ausilio alla visita del museo Bandini. Il Comune di Fiesole ha subito accolto la proposta e nel 2018 ha presentato il progetto alla Fondazione CR Firenze, ottenendo un contributo per la sua realizzazione

Bandini Icon funziona sia su tablet che su smartphone con sistema operativo iOS e Android. La app utilizza la fotocamera del dispositivo: basta inquadrare i dipinti per avere a disposizione i contenuti interattivi.
Attraverso Bandini Icon è possibile ricomporre polittici smembrati, individuare i personaggi delle composizioni, riconoscere le zone danneggiate nei dipinti, guardare video spiegazioni e molto altro ancora.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*