La comunicazione digitale per il rilancio della cultura e del turismo: l’esperienza del Parco Archeologico del Colosseo

0

Come sfruttare la comunicazione digitale per il rilancio della cultura e del turismo? Servono competenze specifiche che permettano di maneggiare strumenti che si trasformano di continuo attraverso nuove funzioni e applicativi. Per orientarsi e tenere il passo dell’innovazione, sono online gli appuntamenti di formazione e divulgazione organizzati da Facebook e PA Social nell’ambito del progetto #piccolegrandimprese. Sei corsi per imparare a utilizzare al meglio gli strumenti digitali tramite le testimonianze di musei virtuosi che hanno potenziato la loro presenza online attraverso strategie social realizzate ad hoc. Tra loro c’è il Parco archeologico del Colosseo: a raccontarne l’attività sui social sono i funzionari archeologici Elisa Cella e Andrea Schiappelli e la responsabile dell’Anfiteatro Flavio Federica Rinaldi.

I profili social del Parco archeologico del Colosseo sono nati addirittura prima del sito web e, fin da subito, sono stati caratterizzati da un’identità visiva forte, con i video al centro della strategia di comunicazione. Facebook e Instagram sono stati i primi profili ad essere creati e, nei primi due anni, sono cresciuti senza l’ausilio di sponsorizzazioni a pagamento, con l’obiettivo di dare vita a una community realmente interessata all’attività del Parco. L’emergenza sanitaria e il lockdown hanno portato alla progettazione e al test di nuove strategie, in particolare l’offerta, attraverso le stories su Instagram e Facebook, di speciali punti di vista sul Parco. Gli eventi online hanno catturato l’attenzione del pubblico, insieme ai percorsi di visita trasformati in rubriche social: l’attività di divulgazione è andata di pari passo con quella educativa e didattica.

Licenza Creative Commons
Cittadini di Twitter è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.

About Author

Redazione

La Redazione del Giornale Cittadini di Twitter!

Leave A Reply


*